Torna “Contemplazioni”, la Festa del teatro e delle arti organizzata dall’Associazione Raku

Dal 15 al 17 giugno 2018 il centro storico e la rocca medioevale della  città di Cento (FE) si trasformeranno in un palcoscenico a cielo aperto in cui si alterneranno spettacoli teatrali, artisti di strada, mostre di arte, istallazioni, laboratori per piccoli e adulti e tanto altro. Torna infatti Contemplazioni, la seconda edizione della Festa del teatro e delle arti organizzata dall’Associazione di Volontariato Raku di Pieve di Cento (BO) con l’obiettivo di promuovere una cultura dell’Arte e del fare insieme, per offrire a tutti spazi per diffondere creatività.

Il festival rappresenta la tappa conclusiva di un percorso progettuale più ampio che ha coinvolto la cittadinanza e il mondo della scuola in incontri, laboratori, drammaturgie collettive e altre attività che hanno utilizzato l’arte come strumento per promuovere il valore dell’integrazione all’interno della comunità.

L’idea è nata dall’esperienza e la passione per il teatro che l’Associazione di Volontariato Raku ha maturato negli anni, portandola a intraprendere un percorso formativo nell’ambito del Teatro Sociale: un approccio capace di esaltare la relazione e la presenza della persona come testimonianza viva di corpo e anima nel suo offrirsi all’incontro con l’altro. Per tre anni alcune persone dell’Associazione hanno seguito il percorso formativo della scuola fiorentina “Isole Comprese” diplomandosi come Operatori e Attori di Teatro Sociale e, successivamente, hanno dato vita al festival.

Tema dell’edizione 2018 di Contemplazioni sono “i tabù”, affrontati nelle loro varie accezioni e sfumature. Esistono infatti tabù sulle azioni, il cibo, le persone, gli oggetti, le situazioni, le parole e tanto altro ancora. Sono legati a concetti come il sacro, l’impuro, il proibito, il segnato, il vincolato, il degno d’attenzione, l’intoccabile, il pensiero non ammissibile.

Nei mesi che precedono il festival si sono susseguiti incontri e laboratori dentro e fuori dalle scuole. In queste occasioni i partecipanti hanno giocato e ragionato sui tabù, hanno raccontato le loro esperienze e il loro modo di concepirli  per comprendere come talvolta possono costituire un vincolo così forte da diventare una vera e propria costrizione. Ne sono nati spettacoli, istallazioni, mostre e altre idee creative che andranno a comporre il ricco programma del festival, già consultabile online.

L’iniziativa, realizzata con il contributo della Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, è patrocinata da Unione Reno Galliera, Comune di  Cento e Regione Emilia Romagna.

Per informazioni:
www.contemplazioni.org
leggi il programma>>

 

Related Posts

X