Controvento

Il viaggio che ha portato alla nascita dell’associazione Viva La Vida

L’associazione Viva la Vida ha pubblicato il libro “Controvento”, scritto dal fondatore Nicola Regina, dove racconta del suo viaggio intorno al mondo che lo ha portato ad aprire gli occhi e fondare l’associazione. Tra le pagine del libro ci si immerge nel viaggio in autostop e autobus di Nicola in giro per le Americhe, in sella sugli infiniti rettilinei dell’Australia fino all’inferno dei campi di Idomeni in Grecia. In questo non-luogo di ingiustizie e sofferenza, qualcosa dentro di lui va a pezzi e lo costringe ad aprire gli occhi sulla realtà. Ma qualcos’altro germoglia poco dopo: il 16 dicembre 2014 infatti, Nicola arriva per la prima volta nell’orfanotrofio di Kampong Cham, in Cambogia. Ci arriva per caso, o forse il destino ci ha messo la mano. Nasce subito in Nicola la voglia di raccogliere soldi tramite i social network, per fornire ai bambini della casa materassi, cibo, vestiti, divise scolastiche e materiale per la ristrutturazione degli spazi, fino all’idea di fondare una Onlus e di chiamarla Viva La Vida. Nel 2016 nasce ufficialmente Viva La Vida, con l’obiettivo di supportare i bambini che vivono in condizioni disagiate, rendendoli autonomi, liberi e autosufficienti. A giugno 2017, con i primi ricavi della vendita del libro “Controvento”, i progetti si sono spostati proprio in Cambogia. Il libro è più di un semplice diario di viaggio perché è una storia fatta di storie, di luoghi, di persone, di imprese e di cambiamenti che diventano esperienze di vita e fanno reagire in maniera umanitaria e costruttiva.
L’associazione Viva la Vida è formata da viaggiatori e artisti con il sogno di creare una rete per restare umani; volontari, cooperanti e artisti accomunati dalla voglia di reagire con umanità, genio e fantasia di fronte alle difficoltà. L’obiettivo è di aiutare tanti bambini in difficoltà non offrendo assistenzialismo, bensì dando loro la possibilità di un futuro migliore dal punto di vista economico e culturale, attraverso progetti finalizzati a istruirli e a fornirgli conoscenze tecnico-scientifiche. “Nel momento in cui aiuti qualcuno… in realtà stai aiutando te stesso” recita il motto dell’associazione.
Per sostenere i progetti umanitari presso il Family Village a Kampong Cham, è possibile acquistare il libro su www.vivalavidafamily.com

Related Posts