La dimensione bolognese del Progetto regionale di contrasto alla povertà

Il Progetto regionale di contrasto alla povertà è stata una importante esperienza di messa in rete realizzata dalle varie anime del volontariato emiliano romagnolo tra il 2010, anno dedicato dall’unione europea al contrasto alla povertà e all’esclusione sociale, e il 2012. Ideato e sviluppato dalle organizzazioni di volontariato, dai Centri di servizio per il volontariato delle diverse province insieme al loro coordinamento regionale, dal Comitato di Gestione del Fondo per il Volontariato, il progetto partiva proprio dal presupposto che il volontariato, se valorizzato adeguatamente, può rappresentare una risorsa importante contro l’impoverimento all’interno delle comunità locali. Per ottimizzare a pieno la potenzialità del volontariato come risorsa contro la povertà, il progetto ha realizzato una serie di azioni per sviluppare sinergie fra le associazioni di volontariato e i diversi attori locali delle istituzioni, del privato sociale e del Terzo Settore.
Allo scopo di svolgere in modo ancora più diretto quella funzione di collante tra i diversi attori sociali che del territorio sono espressione, il percorso si è sviluppato seguendo un’articolazione provinciale.

Coerentemente all’approccio condiviso a livello regionale, VOLABO, che ha coordinato il lavoro della rete provinciale di Bologna, ha organizzato attività ed interventi intorno alle tre aree, tra loro interdipendenti, dei beni relazionali, dei beni alimentari e del lavoro. Questi sono infatti i tre aspetti dell’esistenza individuale e sociale che risultano più compromessi dai crescenti fenomeni di impoverimento, e su cui il volontariato ha dimostrato di poter agire in maniera diretta ed efficace.

 

Consulta le pagine dei sub-progetti provinciali all’interno del portale archivio

Related Posts

X