5 per mille 2023, online l’elenco degli enti ammessi

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali ha reso disponibile un documento con le organizzazioni che risultano iscritte entro il termine ordinario del 10 aprile. C’è tempo fino al 30 aprile per chiedere la rettifica di eventuali errori di iscrizione

È stato pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali l’elenco degli enti ammessi al 5 per mille 2023. Il documento contiene gli enti che risultano iscritti entro il termine ordinario del 10 aprile 2023 (per il 2023 è l’11 aprile, in quanto il 10 aprile cade in giorno festivo).

Il legale rappresentante dell’ente, entro il 30 aprile 2023, può chiedere la rettifica di eventuali errori di iscrizione. Sarà pubblicato entro il 10 maggio 2023, inoltre, l’elenco degli enti del Terzo settore accreditati al contributo del 5 per mille con le variazioni apportate. Nell’elenco il Ministero indicherà per ciascun nominativo la denominazione, la sede e il codice fiscale.

Si ricorda che sono comunque accreditati in automatico al 5 per mille 2023 anche gli enti che compaiono nell’elenco permanente pubblicato sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e le Onlus iscritte nel relativo elenco pubblicato dall’Agenzia delle entrate.

Qui il link all’elenco >>

 

Approfondimenti

  • Leggi gli altri aggiornamenti del portale di VOLABO relativi al 5 per mille >>
  • Leggi gli aggiornamenti sulla riforma del Terzo settore e le altre normative di interesse per gli enti di Terzo settore nella sezione del portale di VOLABO denominata News dalla consulenza >>

 

 

Fonte csvnet.it | Notizia censita da VOLABO il 26/04/2023.
Notizia del 21/04/2023 di Lara Esposito – Cantiere terzo settore.
Foto e licenza d’uso acquisita attraverso depositphotos.com.
Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonti ufficiali del portale della realtà che le ha pubblicate. Vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. VOLABO non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di contenuti non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare l’area News dalla consulenza del portale di VOLABO come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire i contenuti e la documentazione ufficiale.

 

Related Posts