A scuola con Aprimondo. Non solo corsi di italiano per migranti

La scuola di italiano Aprimondo offre corsi di italiano a stranieri che arrivano nel territorio bolognese per dare una risposta ai bisogni educativi di migranti e rifugiati, per garantire che il loro diritto all’istruzione venga rispettato e per favorire la crescita del paese ospitante. Le lezioni si svolgono da ottobre a maggio presso diverse biblioteche della città di Bologna: Biblioteca Centro A. Cabral, Biblioteca Casa Khaoula, Biblioteca Italiana delle Donne, Biblioteca Roberto Ruffilli, Biblioteca Sala Borsa, Biblioteca J. L. Borges. Nell’anno scolastico 2018-2019 gli studenti iscritti sono stati più di 500 e alcuni dei frequentanti abitano in provincia di Bologna.

La scuola propone una gamma di corsi che soddisfano tutti i livelli di conoscenza e apprendimento della lingua italiana partendo dall’analfabeta per arrivare all’intermedio e all’avanzato. Gli studenti sono assegnati in classi omogenee suddivise per livelli previo test d’ingresso all’iscrizione. Da giugno a luglio è previsto un corso intensivo che quest’anno è iniziato il 10 giugno e si concluderà il 26 luglio.

La scuola di italiano di Aprimondo Centro Poggeschi diversifica la sua offerta per garantire ai migranti il diritto all’educazione, il diritto al riconoscimento delle loro storie di vita ed esigenze sociali, la valorizzazione e l’accoglienza del loro potenziale. Collaterali alle lezioni in aula, infatti, Aprimondo promuove occasioni di socializzazione e di integrazione sociale che offrono agli studenti, oltre alla formazione linguistico-comunicativa, anche la possibilità di creare nuove relazioni e integrarsi nella vita della città: visite ai musei, il giornale della scuola, laboratori di fumetti o scrittura creativa … Sono presenti anche attività rivolte a sole donne come il Tè Delle Donne, incontri di conversazione pomeridiani tutti al femminile per favorire la socializzazione oltre all’affinamento della lingua, in compagnia di una buona tazza di tè.

VOLABO ha chiesto a Mauro Innocenti,  presidente di Aprimondo Centro Poggeschi, di presentarci la sua associazione “Aprimondo Centro Poggeschi si è strutturata come associazione di volontariato 15 anni fa, ma la sua scuola di italiano ha una storia più antica. È nata, infatti, presso il Centro Poggeschi di via Guerrazzi a Bologna, già negli anni ‘80 a fronte dei primi flussi migratori che hanno coinvolto Bologna in maniera rilevante.  Ora le nostre classi vengono ospitate dalle diverse biblioteche del territorio e le nostre attività sono sensibilmente cresciute grazie all’impegno delle coordinatrici, delle volontarie e dei volontari. Comunque in tutti questi anni la scuola di italiano ha sempre mantenuto la sua missione originaria ossia accogliere e dare la parola agli stranieri. Continua a svolgere questo servizio che si sta rivelando essere sempre più necessario perché l’immigrazione nel nostro Paese è diventata strutturale e perché insieme alla lingua i nuovi italiani cercano e devono poter ricevere accoglienza. E c’è da dire, con orgoglio, che da questo punto di vista una scuola fatta da volontari e volontarie è “ben attrezzata”.

Per informazioni:

aprimondo@centropoggeschi.org | 320.7514063 (in orario di segreteria) | www.aprimondo.org
facebook: Scuola Aprimondohttps://twitter.com/scuolaaprimondo 
Issuu (pubblicazioni): https://issuu.com/scuolaaprimondo

Related Posts

X