Abbonamento Tper gratuito per le persone senza fissa dimora

A partire da maggio le persone senza fissa dimora che vivono le strade, le piazze e i parchi di Bologna potranno usufruire dell’abbonamento gratuito per il trasporto pubblico locale. Questo è possibile grazie alla nuova convenzione tra Area Welfare del Comune di Bologna e Tper siglata il 13 aprile.

L’accordo darà a circa 900 persone in condizione di grave marginalità la possibilità di utilizzare liberamente i mezzi pubblici per raggiungere luoghi dove si svolgono attività di inserimento lavorativo, inclusione e socializzazione. Di queste 650 sono seguite dalla rete di servizi Asp per il contrasto alla grave emarginazione adulta; 100 in carico al Servizio sociale territoriale del Comune e 150 segnalate da Caritas, Antoniano e Opera Marella.

Gli abbonamenti verranno richiesti direttamente dagli operatori dei servizi sociali di Comune e Asp e avranno una durata semestrale rinnovabile per una volta.

La distribuzione degli abbonamenti agevolati Mi muovo insieme a persone anziane e con disabilità, famiglie numerose, richiedenti asilo e vittime di tratta è una formula già attiva da alcuni anni, in linea con le categorie fragili precedentemente individuate dalla Regione. Quest’anno è stato possibile estendere il beneficio alle persone senza fissa dimora, in seguito alla delibera regionale 211 del 15/02/2021, che ha introdotto anche coloro che si trovano in situazione di bisogno sociale tra le categorie agevolate.

Le risorse a disposizione per il 2021 per questa misura sono 350 mila euro, di cui 200 mila stanziati dalla Regione e 150 mila stanziati dal Comune, aumentabili in caso di necessità, in modo da coprire tutte le richieste.

Per informazioni:

ASP Città di Bologna | 051.6201311 | protocollo@aspbologna.it

 

Fonte immagine: https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Irisbus_Crealis_trolley_TPER_107_1.jpg

Related Posts