Accese le luci dell’Albero del dono

Martedì 5 dicembre, in occasione della Giornata mondiale del Volontariato, all’Ospedale Maggiore si sono accese le luci dell’Albero del Dono, l’abete natalizio allestito presso l’area verde Seminare Coesione (Palazzina C), curata con amore dalle volontarie e dai volontari dell’associazione Andromeda Coordinamento Emilia Romagna sezione di Bologna Odv.

Giunto alla sua 8^ edizione, l’Albero del Dono quest’anno ha coinvolto studenti e studentesse delle scuole primarie e secondarie del territorio, con cui le associazioni, le istituzioni e l’intera comunità che si fa educante, intendono condividere un messaggio di pace e solidarietà, per costruire insieme un mondo migliore in cui vivere, dove la salute e il benessere siano un diritto di tutti e per tutti.

“Per questa edizione dell’Albero del Dono il volontariato e le istituzioni bolognesi hanno scelto di incontrare le giovani e giovanissime generazioni, proprio in occasione della giornata mondiale del volontariato – afferma Enrico Paolo Raia, presidente di Andromeda Coordinamento Emilia Romagna sezione di Bologna Odv – perché insieme, come comunità educante, vogliamo lanciare un messaggio che possa alimentare speranza in un futuro migliore. La scuola, le amministrazioni pubbliche, il servizio sanitario e il volontariato da sempre operano per il benessere e la salute della comunità. Ma solo collaborando è possibile raggiungere gli obiettivi e cercare di tutelare i diritti di tutte le persone. Noi vorremmo passare il testimone della solidarietà, dell’impegno civico e della cittadinanza attiva a ragazzi, ragazze bambini e bambine, per costruire insieme un mondo che sappia superare i conflitti e riportare la pace tra i popoli, certi che loro potranno fare qualcosa di meglio rispetto a quanto siamo riusciti a fare fin ora”.

Gli addobbi dell’albero e il Girotondo di Natale: il dono dei bambini realizzato con VOLABO

Gli addobbi dell’Albero del Dono 2023 sono stati realizzati dai bambini, le bambine e il corpo docenti di una classe 2^ e una classe 3^ della Scuola primaria “R. Pezzani” di San Lazzaro di Savena in collaborazione con VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della città metropolitana di Bologna. Le palline, pensate, disegnate e decorate dalle mani e la fantasia dei bambini, parlano di pace e raccontano che cosa significa la parola pace. Armonia, sintonia, condivisione, giocare insieme, stringersi la mano sono solo alcuni dei messaggi che le giovani generazioni lasciano in dono alle persone che possono vedere l’abete natalizio affacciandosi dalle finestre dell’ospedale. Del significato di queste decorazioni, che sono segno di pace e dono, i ‘giovani artigiani’ hanno parlato insieme alle ‘Zie Natale’ di Volabo che hanno animato la giornata. Durante l’accensione dell’albero poi, bambini, docenti e operatrici del Centro servizi hanno cantato e segnato in lingua italiana LISS la canzone “Girotondo di Natale”, lanciando di nuovo un messaggio di auguri al sapore di solidarietà e inclusione.

Il dono degli studenti delle scuole secondarie

La merenda di metà mattina è stata preparata e donata ai bimbi dalle studentesse e gli studenti dell’Istituto alberghiero Luigi Veronelli, le decorazioni dell’area Seminare Coesione sono state realizzate e donate dalle studentesse e gli studenti dell’Istituto agrario Arrigo Serpieri. Gli alunni e le alunne della scuola primaria e secondaria di I grado hanno beneficiato di un’esperienza didattica curata dal Corpo dei Vigili del Fuoco di Bologna.

Il dono della comunità educante

Oltre all’attività che VOLABO ha ideato e curato per i più piccoli, gli organizzatori della giornata hanno voluto donare agli studenti e le studentesse della scuola primaria e secondaria di I grado un’esperienza didattica curata dal Corpo dei Vigili del Fuoco di Bologna. Le giovani generazioni hanno avuto l’opportunità di conoscere da vicino l’operato dei vigili del fuoco esplorandone alcuni aspetti meno conosciuti, e hanno potuto portare con sé qualche buona norma di sicurezza utile nella vita quotidiana.

Le istituzioni presenti

Insieme al presidente di Andromeda Enrico Paolo Raia, hanno partecipato e portato il loro saluto agli studenti il presidente del Quartiere Porto-Saragozza del Comune di Bologna Stefano Cipriani, il sindaco del Comune di Valsamoggia e delegato metropolitano alla scuola Daniele Ruscigno,  il direttore dell’Ospedale Maggiore dell’Azienda Usl di Bologna Claudio Lazzari, un* referente della Scuola primaria “R. Pezzani” di San Lazzaro di Savena, un* referente della Scuola secondaria di primo grado “De Andrè” di Bologna e il presidente di A.S.Vo. ODV-Volabo Mauro Bosi.

L’Albero del Dono è un’iniziativa di Andromeda – Coordinamento regionale Emilia Romagna – Sez. Bologna ODV realizzata in collaborazione con VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della città metropolitana di Bologna e insieme a Consulta provinciale del Volontariato di Protezione Civile di Bologna, Auser Bologna, Cucine Popolari Bologna, Case Zanardi | Comune di Bologna, Istituto Scolastico Arrigo Serpieri, Istituto Scolastico Luigi Veronelli. L’Albero del Dono è un’iniziativa sostenuta da Comune di Bologna | Quartiere Porto Saragozza, Città metropolitana di Bologna, Servizio Sanitario Regionale Emilia – Romagna | Azienda Unità Sanitaria Locale di Bologna.

Per informazioni

info@andromeda.it | 338.4325981

Related Posts