Amici dei popoli

Amici dei Popoli è un Organismo Non Governativo (O.N.G.) di volontariato internazionale, che promuove interventi di Cooperazione allo Sviluppo nei Paesi del Sud del mondo: Africa e America Latina. In Italia realizza attività di sensibilizzazione, informazione ed educazione allo sviluppo sia sul territorio che nelle scuole. Consapevole dell’importanza di operare per la formazione di persone sempre più sensibili alla solidarietà, alla pace, e al rispetto delle diversità, in Italia, l’associazione promuove l’Educazione alla Cittadinanza Globale attraverso attività di educazione, formazione, informazione e sensibilizzazione, con l’intento di formare e coinvolgere i cittadini nella lotta contro la povertà e nelle azioni contro gli squilibri economici e sociali, per promuovere uno stile di vita coerente e responsabile, la pace e la giustizia sociale, prestando particolare attenzione alla scuola, luogo privilegiato per valorizzare le differenze culturali e per attivare solidarietà .

REFERENTE: Margherita Bartolomei | eas@amicideipopoli.org | 051460381

TEMATICA AFFRONTATA:

Approccio interculturale, rapporto con la diversità, integrazione

OBIETTIVO:

Favorire dinamiche di accoglienza e di collaborazione fra i bambini. Promuovere l’integrazione della classe nel dialogo, conoscenza e rispetto delle regole. Cogliere positivamente le differenze individuali e favorire il rispetto di sé e degli altri, favorire una conoscenza dell’altro che vada oltre i pregiudizi, educare al rispetto e alla valorizzazione delle differenze quali elementi di ricchezza, superare le eventuali paure o diffidenze nei confronti del diverso

DESCRIZIONE ATTIVITA’:

Il laboratorio intende promuovere tra gli studenti pratiche di accoglienza e valorizzazione delle differenze. Grazie alle caratteristiche dinamiche della società attuale, multiculturale e interetnica, oggigiorno è molto più facile fare il giro del mondo tra i banchi di scuola, e dunque incontrare l’altro e confrontare caratteristiche e abitudini senza andare troppo lontano. Allo stesso tempo, è necessario che docenti e classi si dotino di qualche strategia in più per affrontare al meglio i nuovi equilibri e dare risposta agli interrogativi che i bambini ritroveranno anche da grandi. Questo percorso conduce i bambini attraverso un percorso di conoscenza, integrazione e infine approfondimento dell’accoglienza e dell’incontro con l’altro (chiunque egli sia), sottolineando distanze e similitudini, ricchezza e valore di ognuno. La metodologia utilizzata è di tipo attivo-partecipata, permettendo un coinvolgimento diretto dei bambini attraverso attività ludiche, giochi di simulazione e di gruppo. Tali tecniche mirano, da un lato, a una conoscenza reale dell’altro, rafforzando le dinamiche di fiducia reciproca e favorendo la ricerca di soluzioni comuni alle situazioni di “conflitto” quotidiane; d’altro canto, favoriscono la manipolazione diretta delle situazioni proposte, e l’attivazione di dinamiche reali che ne permettano una rielaborazione creativa, critica e costruttiva.

N° INCONTRI PREVISTI (N° ORE COMPLESSIVE): 2 (4 ore)

SPAZI NECESSARI: Aula della classe

N° DI VOLONTARI: 2

MATERIALI NECESSARI: Lim o proiettore, casse.

MATERIALI DISTRIBUITI: Tutti i materiali realizzati durante le attività rimarranno ai ragazzi

ULTERIORI INFORMAZIONI:

Il laboratorio ha un costo di 180 euro. Il percorso potrebbe essere inserito all’interno di progetti finanziati, contattare l’associazione per verificare questa possibilità.

TEMATICA AFFRONTATA:

Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e Agenda 2030, migrazione e disuguaglianze globali.

OBIETTIVO:

Migliorare l’offerta educativa attraverso modelli di educazione alla cittadinanza globale e contribuire al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile entro il 2030 (SDGs Sustainable Development Goals) con particolare attenzione alle relazioni tra migrazioni e disuguaglianze globali.

DESCRIZIONE ATTIVITA’:

Start the Change è un progetto di Educazione alla Cittadinanza Globale cofinanziato dalla Commissione Europea e totalmente gratuito per le scuole. Coinvolge 12 paesi europei e si pone l’obiettivo di sensibilizzare il mondo della scuola sulle tematiche relative alla relazione tra migrazione e disuguaglianze globali, contribuendo al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. Il progetto ha una durata complessiva di 3 anni e prevede le seguenti attività:

– un corso di formazione per docenti su didattica (service learning, peer to peer, storytelling, ICT) e approfondimenti su migrazioni e SDGs.

– La realizzazione e la sperimentazione di Unità didattiche di apprendimento sui temi del progetto, con il supporto della ONG

– Un Summer Meeting a Lampedusa e in Marocco per gli studenti

– Partecipazione al Giffoni Film Festival tramite la scrittura di un soggetto cinematografico

– Una piattaforma per la condivisione di materiale e buone pratiche rivolta agli insegnanti

– Una guida didattica a supporto delle attività Per gli studenti coinvolti, sarà possibile, inoltre, fare un’esperienza di cittadinanza attiva nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro

N° INCONTRI PREVISTI (N° ORE COMPLESSIVE): 2 (4 ore)

SPAZI NECESSARI: aula della classe

N° DI VOLONTARI: 2

MATERIALI NECESSARI: LIM o proiettore, casse

MATERIALI DISTRIBUITI: Tutti i materiali realizzati durante le attività rimarranno ai ragazzi

ULTERIORI INFORMAZIONI: Il servizio è gratuito

TEMATICA AFFRONTATA:

Consumo consapevole, sostenibilità

OBIETTIVO:

Stimolare la consapevolezza che anche attraverso le nostre azioni e le nostre scelte possiamo incidere sul benessere della Terra e delle comunità umane, vicine e lontane; educare alla responsabilità e alla cittadinanza attiva; suggerire pratiche e fornire strumenti che favoriscano scelte di sostenibilità, giustizia e solidarietà; far conoscere ai ragazzi tematiche quali: il consumo critico, la scelta consapevole di nuovi stili di vita, il rispetto dell’ambiente, l’adozione di pratiche non inquinanti e non eccessivamente impattanti (impronta ecologica), la riduzione dei rifiuti, il baratto e gli scambi non mediati dal denaro, la lotta allo spreco delle risorse, i prodotti equo-solidali e biologici, il riciclo creativo.

DESCRIZIONE ATTIVITA’:

Il laboratorio intende promuovere tra gli studenti pratiche di educazione al rispetto dell’ambiente, al consumo critico, equo e sostenibile e una riflessione sulla sostenibilità alimentare. La crisi che ha coinvolto di recente il Nord del mondo ha dato una spinta ulteriore verso la necessità di revisionare il nostro stile di vita e le nostre azioni di consumo, verso la creazione di un sistema-mondo più equo e giusto. La promozione di uno stile di vita responsabile e sostenibile deve cominciare già dall’educazione dei piccoli, per creare una vera e propria coscienza sulle possibili scelte che ogni individuo e ogni comunità possono compiere. L’EQUO-nomia diventa, per i ragazzi, l’occasione per dare risposte alla crisi locale e globale, attraverso la scoperta dell’impronta ecologica, dalle filiere dei prodotti ai prodotti equo-solidali e biologici, dallo spreco delle risorse al diritto al cibo e all’interdipendenza Nord- Sud del mondo, dalla riduzione dei rifiuti e degli imballaggi al riciclo e riuso. La metodologia utilizzata è di tipo attivo-partecipata, permettendo un coinvolgimento diretto dei bambini attraverso attività ludiche, giochi di simulazione e di gruppo. Tali tecniche mirano, da un lato, a una conoscenza reale dell’altro, rafforzando le dinamiche di fiducia reciproca e favorendo la ricerca di soluzioni comuni alle situazioni di “conflitto” quotidiane; d’altro canto, favoriscono la manipolazione diretta delle situazioni proposte, e l’attivazione di dinamiche reali che ne permettano una rielaborazione creativa, critica e costruttiva.

N° INCONTRI PREVISTI (N° ORE COMPLESSIVE): 2 (4 ore)

SPAZI NECESSARI: Aula della classe

N° DI VOLONTARI: 2

MATERIALI NECESSARI: LIM o proiettore, casse

MATERIALI DISTRIBUITI: Tutti i materiali realizzati verranno lasciati ai ragazzi.

ULTERIORI INFORMAZIONI:

Il costo del laboratorio è di 180 euro. È possibile inserire il percorso in un progetto finanziato e quindi gratuito per la scuola. Per valutare questa possibilità contattare l’associazione.

Related Posts

X