ANDROMEDA lancia una raccolta fondi per un ecografo pediatrico

Dalla lettera aperta di Enrico Paolo Raia, presidente dell'associazione ANDROMEDA: "Qualche mese fa la dott.ssa Chiara Ghizzi, direttrice di pediatria e pronto soccorso pediatrico dell'Ospedale Maggiore di Bologna, ha condiviso con noi il "piccolo grande" sogno di avere in reparto un ecografo pediatrico. ANDROMEDA si è messa subito in moto per una raccolta fondi e sembra che qualcosa si stia muovendo nella direzione auspicata. Ma serve ancora un sostanzioso contributo da parte dei cittadini per raggiungere la cifra necessaria all'acquisto.

Un ecografo pediatrico per amico!

L’associazione di volontariato ANDROMEDA invita la cittadinanza a contribuire alla raccolta fondi per l’acquisto di un ecografo pediatrico da destinare al reparto di pediatria dell’Ospedale Maggiore di Bologna. Tutti possono partecipare rivolgendo un bonifico bancario con causale “Un ecografo pediatrico per Amico” al seguente iban

IT78C0842502400000036005700

Oppure è possibile contattare direttamente l’associazione ANDROMEDA per concordare modalità alternative di sostegno all’iniziativa.

ANDROMEDA | 051.5883018 | info@andromeda-bo.it | www.andromeda-bo.it

La dott.ssa Chiara Ghizzi, direttrice di Pediatria presso l’Ospedale Maggiore di Bologna, commenta la campagna di raccolta fondi di ANDROMEDA: “Siamo infinitamente grati all’associazione ANDROMEDA per l’iniziativa Un ecografo pediatrico per amico. È un gesto che va aldilà del sostegno all’attività clinica e sanitaria del nostro reparto perché per noi operatori sanitari così come per i nostri piccoli pazienti e le loro famiglie, è fondamentale sentire la vicinanza e il conforto della comunità, soprattutto in periodi eccezionali come questo. Un ecografo pediatrico per amico di ANDROMEDA così come l’impegno relazionale dei volontari delle diverse associazioni che sostengono il nostro reparto, oltre a essere un aiuto concreto, liberano risorse ed energie che il nostro personale può dedicare all’assistenza e alla cura innescando un circolo virtuoso tra l’organizzazione, i professionisti sanitari e la comunità”.

Enrico Paolo Raia, promotore dell’iniziativa e presidente di ANDROMEDA, ci spiega “ANDROMEDA si è lanciata in questa impresa perché nel prestare quotidianamente volontariato in ambito sanitario, ci siamo resi conto di cosa significhi nel concreto poter contare su un ecografo in reparto. Significa naturalmente migliorare le prestazioni sanitarie erogate ai bambini grazie a diagnosi più mirate, ma significa anche poter dare informazioni più precise ai genitori che vogliono essere aggiornati sullo stato di salute dei propri figli. E soprattutto oggi, in piena pandemia, significa ridurre gli spostamenti dei piccoli pazienti da un reparto all’altro per completare l’iter degli esami diagnostici e di conseguenza contenere l’esposizione a contatti esterni. ANDROMEDA invita la cittadinanza a contribuire con una piccola donazione alla raccolta di 67.000 euro per l’acquisto di un ecografo pediatrico. Con un piccolo gesto possiamo dare insieme un grande aiuto alla pediatria dell’ospedale della nostra città

Related Posts