Angolazioni rotonde. Proposte di turismo accessibile nel verde e in città

«Non porre in prima linea l’ostacolo ma il suo superamento e l’abilità – non diversità – di chi sta viaggiando» è l’idea portante di Angolazioni rotondeAngolazioni rotonde. Proposte di turismo accessibile nel verde e in città è il progetto che l’agenzia di comunicazione Cervelli in Azione con il supporto del CAI Bologna e della Consulta Escursionismo Bologna, ha realizzato nell’ambito del bando Bologna Made, il bando comunale del Dipartimento Economia e Promozione della Città, destinato a progetti di valorizzazione della vocazione artigianale e commerciale di Bologna.
Angolazioni rotonde è una guida turistica digitale (angolazionirotonde.it) suddivisa in due sezioni che racconta l’area extraurbana bolognese immersa nel verde e la parte connessa alla città, presentate con un approfondimento specifico dedicato all’accessibilità motoria. Le aree cittadine scelte sono 6 in totale – il Centro storico, l’area Santo Stefano, San Domenico e dintorni, l’area San Vitale, San Donato e dintorni, l’area Lame, Porto, Saragozza e dintorni, la Bolognina e il Pilastro – 10 le escursioni fuori città. Angolazioni rotonde, infatti, esplora la città raccontando alcune delle aree cittadine che la compongono senza limitarsi a consigliare dei percorsi definiti da un filo conduttore tematico che invece si ritrova nella parte dedicata ai percorsi nel verde. In entrambe le sezioni è possibile trovare voci specifiche dedicate ai Servizi (ciclofficine, ferramenta, farmacie e bancomat accessibili) e ai parcheggi disabili dove vengono elencate le vie in cui è possibile parcheggiare con il tagliando disabili.
La mappatura della guida è stata realizzata appositamente da una collaboratrice di Cervelli in Azione che con l’aiuto di un accompagnatore ha percorso la città fuori e dentro le mura. La valutazione dell’accessibilità dei luoghi è stata data a seconda della volontà di sperimentazione del disabile, delle sue potenzialità. Il grado di accessibilità dei percorsi, infatti, si suddivide secondo la possibilità di muoversi in autonomia o la necessità di accompagnatori. La guida al contempo si rivolge a tutti gli instancabili viaggiatori, cityuser curiosi. È adatta infatti al turista straniero, all’italiano che non conosce Bologna e al bolognese che non ha mai vissuto la città da questa angolazione. La guida propone connessioni tra il centro e la periferia dando l’opportunità di far visitare le aree “fuori porta” anche al turista, che in tale maniera avrà modo di sostare più giorni per conoscerle.
Aree cittadine come ad esempio il rione Pilastro (Arena Pasolini, FICO, pizzeria Masaniello), la Bolognina (Il Fermento, il biciclettaio Ciufs e il Museo della Memoria di Ustica), la Cirenaica e i percorsi nel verde sono state inserite nella guida con l’intento di stimolare e produrre una crescente mobilità. Le attività e i commercianti coinvolti si sono resi disponibili al racconto fotografico del progetto e nella narrazione visiva realizzata ad hoc da una fotografa professionista che ha colto dettagli e peculiarità dei gestori e degli spazi. Per i percorsi nel verde sono state realizzate le mappe degli itinerari consigliati che si possono scaricare direttamente sia dalla guida
sia dal portale Avenza Maps.
La guida incentiva l’utilizzo di mezzi pubblici cittadini (autobus, navette, treni) segnalando per ogni area cittadina gli autobus di riferimento oltre a indicare le modalità, molto spesso poco conosciuta, di richiesta dell’assistenza alle persone con disabilità per salire e scendere dal treno, dagli autobus, la chiamata prioritaria di COTABO e la traduzione in inglese del modulo di accesso alle zone a traffico limitato. Un vademecum sempre utile per ciascun visitatore in linea con i principi di sostenibilità ambientale e sociale del Comune. Imprescindibile per la buona riuscita del progetto è stato il coinvolgimento di tutto il mondo dell’associazionismo cittadino vicino alla disabilità e, altrettanto indispensabile, la partecipazione degli attori cittadini più attivi nel turismo culturale e ambientale e nel commercio.

Per informazioni:

fulco@cervelliinazione.it | t. 051 8490100

Foto: © Nicoletta Valdisteno 2019
Fonte news: cervelli in azione

Related Posts

X