Associazione ARCI Solidarietà Corticella si racconta

arcisolidarietacorticella@gmail.com  | tel 051 705314
Via Bentini,  20 | 40128 – Bologna

 

Cosa fa la tua associazione?

Si occupa di diritti, in particolare delle persone più fragili. Lavora soprattutto  in ambito educativo, con particolare riguardo ai pre-adolescenti. Si occupa poi di stranieri e, da un po’ di tempo, di detenuti con pene alternative

 

Racconta brevemente un’esperienza positiva e che ti ha dato soddisfazione che rappresenti il lavoro della tua associazione:

Nel campo estivo organizzato per due anni nel mese di agosto con il sostegno di VOLABO, abbiamo creato una situazione di aggregazione e di esperienze molto interessante per alcuni ragazzi che erano in città e in molti casi viveva situazioni di disagio familiare.

 

Racconta brevemente una esperienza difficile che rappresenti la complessità del lavoro della tua associazione:

Tra i ragazzi che partecipano alle attività educative (doposcuola e campo estivo) abbiamo un utente particolarmente problematico, che crea serie difficoltà nelle dinamiche di gruppo. Abbiamo però scelto di non allontanarlo, perché con un lavoro costante e molto faticoso, abbiamo visto degli importanti risultati di miglioramento.

 

Se incontrassi il genio della lampada e potessi esprimere solo tre desideri per migliorare la situazione nelle carceri italiane, quali desideri esprimeresti?

Che venissero date più possibilità di misure alternative
Che venissero rifinanziate le borse lavoro
Che l’istituzione snellisse e svecchiasse le procedure (un piccolissimo esempio: le comunicazioni vanno fatte via fax perché le mail non vengono lette)

 

Come è nata l’idea di realizzare un progetto insieme alle altre associazioni del territorio che lavorano negli istituti di pena bolognesi?

Avevamo appena cominciato un’esperienza di intervento in questo settore e siamo venuti a conoscenza della progettazione di Volabo sul tema. Abbiamo pensato che potesse essere un aiuto.

 

Immagina che Cris, volontario della tua associazione, a causa di un incantesimo cada in un sonno profondo da cui si risveglia solo qualche giorno dopo la chiusura del vostro progetto. Quali cambiamenti pensi che ritroverebbe nel modo di fare volontariato della sua associazione?

Credo nessuno, perché al momento il progetto si occupa solo di questioni molto generali che non hanno alcuna ricaduta nel lavoro dell’associazione.

 

 

Related Posts