Bando triennale di 1.200.000 euro dedicato a progetti per i giovani

Regione Emilia-Romagna: Nuovo avviso pubblico LR 14/08 dal 5 maggio online.

Sempre più risorse per le attività che si svolgono negli spazi di aggregazione, per i servizi di informazione e comunicazione, per azioni che aiutino i ragazzi ad avvicinarsi al mondo del lavoro, anche attraverso il sostegno all’imprenditoria e alla creatività giovanile, l’attivazione di progetti di protagonismo giovanile e di educazione alla cittadinanza attiva e responsabile, legati allo strumento della youngERcard, la tessera regionale gratuita per giovani che studiano, vivono o lavorano in Emilia-Romagna che ha raggiunto in questi anni quota 77 mila sottoscrizioni, progettualità sugli Informagiovani, anche in grado di attivare sinergie collaborative con servizi territoriali rivolti ai giovani sul tema orientamento e lavoro.

La Regione ha finanziato il bando triennale 2022-2024 per i giovani, sostenendo interventi promossi dagli Enti locali. Diversamente dal passato, quando i bandi erano annuali, in questo modo si cerca di dare maggiore stabilità alle politiche locali e consentire così di realizzare azioni strutturali e di lungo respiro.

Il nuovo bando è già online ed è in attuazione della Legge Regionale 14/08 “Norme in materia di politiche giovanili”. Quest’anno Unioni comunali, Comuni capoluogo di provincia non inclusi in Unioni e Associazioni di Comuni capoluogo potranno presentare domanda per accedere a 1.200.000 euro di spesa corrente. Gli interventi sostenuti dalla Regione dovranno essere realizzati nel triennio 2022-2024.

Le risorse sono destinate a progetti legati ai centri di aggregazione giovanile, al finanziamento dei servizi di informazione, comunicazione e orientamento al lavoro, alla promozione della creatività e protagonismo giovanile, in particolar modo collegate alla youngERcard, alla collaborazione con i Centri per l’impiego nell’ambito del progetto Garanzia Giovani. Lo scopo del contributo regionale è di rafforzare gli Informagiovani e gli altri spazi che offrono servizi ai giovani, garantirne una presenza omogenea nel territorio regionale, contribuire ad azioni per favorire l’ingresso nel mondo del lavoro (attività di consulenza, orientamento, valorizzazione delle capacità professionali, assistenza nell’avvio di impresa). La spesa ammissibile va da un minimo di 20 mila euro a un massimo di 75 mila euro.

Quest’anno si potranno presentare anche progetti mirati a sviluppare o consolidare attività innovative nel campo della multimedialità e dei nuovi linguaggi comunicativi, nello specifico delle reti di web radio, attraverso l’organizzazione di festival, iniziative e rassegne che vedano il coinvolgimento diretto dei giovani. Oltre ad essere uno strumento di aggregazione e condivisione, le web radio offrono ai ragazzi anche numerose opportunità formative e permettono – con la realizzazione di format, inchieste, trasmissioni e approfondimenti – di acquisire competenze utili per il mercato del lavoro.

Un ulteriore ambito di intervento riguarda progetti a favore della creatività giovanile e per lo sviluppo di reti di giovani artisti, attraverso azioni trasversali sul territorio regionale, che potranno essere presentati da Associazioni di Comuni capoluogo. La spesa ammissibile va da un minimo di 20 mila euro a un massimo di 100 mila euro.

Modalità di presentazione delle domande

La domanda di partecipazione al bando potrà essere presentata a partire dalle ore 17.00 del 5 maggio 2022.

Per partecipare all’assegnazione dei fondi occorre seguire la procedura pubblicata sul sito, nella pagina “Bandi” sezione Delibere e Bandi (link online dal 5 maggio). La procedura resterà aperta fino al 31 maggio 2022.

 

Cerchi altri bandi per il tuo ente del Terzo settore?

Scopri tutte le opportunità di finanziamento per il non profit pubblicate nella sezione del portale di VOLABO denominata Bandi e concorsi >>

 

 

Fonte www.giovazoom.emr.it | Notizia censita da VOLABO il 28/04/2022.
Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonti ufficiali degli enti finanziatori. Vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. VOLABO non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare l’area Bandi e concorsi del portale di VOLABO come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

 

Related Posts