Treno della Barca, un bando per assegnare 7 locali

Comune di Bologna: Spazio ad artisti, imprese, associazioni e professionisti in ambito culturale e creativo. L’avviso scade il 10 maggio. Altri 4 locali per agenti di prossimità e servizi socioeducativi del Quartiere

La riqualificazione del Treno della Barca entra nel vivo. Dopo la ristrutturazione di 11 locali di proprietà Acer con fondi europei, ora il Comune di Bologna li assegnerà per valorizzare l’area attraverso l’inclusione sociale, lo sviluppo economico e la rigenerazione urbana a base culturale.

Il Treno della Barca dal 2021 è uno dei portici di Bologna Patrimonio Unesco, in quanto espressione ed elemento dell’identità urbana della città.

È stato pubblicato l’avviso pubblico del Settore Cultura e Creatività, consultabile online da giovedì 7 aprile sul sito del Comune di Bologna, alla pagina dedicata: Concorsi e Avvisi alla sezione Altri bandi e avvisi pubblici. Sarà possibile candidarsi fino alle 12 di martedì 10 maggio.

Sette i locali oggetto del bando che varranno assegnati gratuitamente per quattro anni. Situati all’interno del Treno della Barca tra via Da Vinci e via Tommaseo, sono messi a disposizione del Comune di Bologna a seguito di un Accordo Quadro siglato con la proprietà Acer, che ha permesso al Comune di ristrutturali grazie ai fondi europei FESR del Pon Metro 2014-2020.

L’obiettivo dell’avviso è di contribuire a rigenerare la zona, grazie alla presenza di nuove attività professionali legate all’arte, alla cultura e alla creatività intese come acceleratori di sviluppo. Queste, con il loro insediamento animeranno i luoghi in maniera quotidiana e continuativa, elemento fondamentale per l’inclusione sociale e il benessere di zona e di comunità nonché per lo sviluppo di condizioni socio economiche migliori con particolare riferimento alle fasce giovanili e alle aree periferiche della città.

L’avviso si inserisce in un’azione più ampia di riqualificazione dell’area che prevede azioni diffuse di welfare culturale promosse dal Settore Biblioteche del Comune di Bologna e nell’ambito del Patto per la Lettura.

I locali riqualificati con fondi europei Pon Metro sono in tutto undici. Oltre ai sette oggetto del bando, altri due locali del Treno diventeranno la sede dei cosiddetti Capitreno.

I Capitreno sono gli agenti di prossimità della Fondazione Innovazione Urbana che avranno un ruolo di community manager e raccordo fra le realtà che già popolano il Treno della Barca e quelle che si insedieranno. Inoltre hanno il compito di gestire le risorse destinate alla realizzazione di attività e proposte culturali rivolte alla cittadinanza, da co-progettare e condividere con tutti gli assegnatari dei locali, con l’obiettivo generale di dare vita a una comunità attiva e ben integrata sul territorio.

Infine due locali verranno assegnati ai Servizi educativi del Quartiere che svolgerà attività socio educative per bambine e bambini e adolescenti.

 

Cerchi altri bandi per il tuo ente del Terzo settore?

Scopri tutte le opportunità di finanziamento per il non profit pubblicate nella sezione del portale di VOLABO denominata Bandi e concorsi >>

 

 

Fonte www.comune.bologna.it | Notizia censita da VOLABO il 08/04/2022.
Le informazioni contenute in questo sito sono tratte dalle fonti ufficiali degli enti finanziatori. Vengono ricontrollate più volte e con cura dalla redazione. VOLABO non è responsabile di eventuali inesattezze dovute a sviste o cambiamenti di procedure e scadenze non tempestivamente segnalate. Si invitano i lettori a usare l’area Bandi e concorsi del portale di VOLABO come uno strumento di consultazione e di ricerca e di riferirsi alle fonti originali per reperire la documentazione e verificare le procedure ufficiali.

 

Related Posts