Care leavers: verso un network europeo

Alla vigilia delle elezioni europee, una dozzina di professionisti provenienti da Romania, Croazia, Inghilterra, Irlanda e Italia si sono ritrovati a Bologna il 24 e 25 maggio nell’ambito del progetto Leave Care Live Life, di cui l’associazione Agevolando è capofila. A novembre la prima conferenza europea a Bruxelles.

Leave Care Live Life (LCLL) è il primo progetto europeo con capofila l’associazione Agevolando, che prevede la creazione di un network europeo di care leavers: giovani cresciuti “fuori famiglia”, in affido, casa-famiglia o comunità. Obiettivo del network europeo è quello di permettere ai giovani di confrontarsi, mettere in comune buone pratiche e far sentire più forte la voce dei ragazzi e delle ragazze che crescono “fuori famiglia” in tutta Europa, affinché i loro diritti siano riconosciuti a pieno titolo. Una dozzina di professionisti provenienti da Romania, Croazia, Inghilterra, Irlanda e Italia si sono ritrovati a Bologna, presso il Villaggio del Fanciullo, il 24 e 25 maggio. Obiettivo dell’incontro confrontarsi sullo stato d’avanzamento del progetto e programmare i prossimi appuntamenti: un meeting per i care leavers che si svolgerà a Zagabria in settembre (e coinvolgerà 35 ragazzi) e la prima conferenza europea dei care leavers, in programma a novembre a Bruxelles. Leave care live life è un progetto candidato da Agevolando all’interno del programma Erasmus+. Sono partner le organizzazioni: Fice Hrvatska (Croazia), Tiberius (Romania), Care Leavers Association (Regno Unito), Care Leavers’ Network Ireland (Irlanda). Il progetto è stato avviato a dicembre 2017 e ha durata biennale. Tappa importante lo scorso aprile: un meeting a Bucarest che ha coinvolto quaranta professionisti provenienti dai cinque paesi partner che si sono confrontati sulle buone pratiche per coinvolgere i care leavers in percorsi partecipativi . Leggi l’articolo Leave Care – Live Life! Il racconto dei partecipanti italiani al meeting di Bucarest>>

Il progetto è ormai giunto nella fase finale, ma ci aspettano i mesi di lavoro più densi e importanti”, spiega Maria Chiara Vita Finzi, project manager Mettere in rete organizzazioni così diverse tra loro è difficile ma molto stimolante”. Abbiamo scelto di puntare sulla formazione dei ragazzi, che si confronteranno nel prossimo appuntamento di Zagabria, considerando questo un elemento di forte innovazione del progetto, conclude. A seguito dell’incontro i care leavers europei porteranno la loro voce e la loro esperienza a Bruxelles, davanti alle istituzioni, presentando le loro raccomandazioni per migliorare il sistema di accoglienza e la fase dell’uscita. Sarà un evento unico nel suo genere.

Per informazioni sul progetto:
leavecarelivelife@agevolando.org | Pagina Facebook: Care Leavers Network Europe

Ufficio stampa: Silvia Sanchini | 347 1660060 | comunicazione@agevolando.org

Fonte dell’articolo e dell’immagine: Agevolando 

Related Posts

X