Dal 16 maggio il corso di formazione “Dare senso all’esperienza”

Università del Volontariato di Bologna in collaborazione con Anteas Emilia Romagna propone Dare senso all’esperienza,, un corso di formazione rivolto a volontari, collaboratori e dipendenti di Organizzazioni di Volontariato e Associazioni di Terzo Settore. Il corso inizierà lunedì 16 maggio presso la sede di Anteas in Via Milazzo 16 a Bologna ed è strutturato in 4 incontri da tre ore ciascuno.

 

Dare senso all’esperienza,, la proposta formativa di #UniVol Bologna che si svolgerà presso la sede di Anteas Emilia-Romagna dal 16 maggio al 13 giugno per quattro lunedì,  prosegue la riflessione e il dialogo iniziato lo scorso anno spostando l’accento sul metodo e gli strumenti di condivisione di pratiche e competenze tra associazioni e volontari. Il corso rappresenta secondo Andrea Arnone, coordinatore regionale di Anteas Emilia-Romagna e facilitatore del corso, «un’occasione di dialogo tra le persone che fanno volontariato. Un’occasione di confronto su cosa significa a livello personale fare volontariato, sui i valori e i significati che questa esperienza veicola ed esprime. L’idea di fondo è che fare volontariato, oltre ad essere utile per la comunità e per le altre persone, dà espressione a una scelta personale. Questo corso vuole essere un’opportunità per portare alla consapevolezza e dare espressione a queste scelte di volontariato e al significato che queste stesse scelte restituiscono all’identità e alla vita della persona che le intraprende. Ciò che ci permetterà di lavorare in questo senso sarà la condivisione dei racconti della nostra personale esperienza di volontariato e l’ascolto di esperienze di volontariato altre e diverse. I racconti condivisi ci condurranno a una nuova consapevolezza nel nostro agire e nel nostro fare volontariato». Il corso, infatti, si aprirà con una riflessione collettiva sul concetto di “condivisione” anche attraverso esercitazioni pratiche, e proseguirà con la presentazione della Biblioteca dei Libri Viventi che Anteas porta avanti da alcuni anni. Nella Biblioteca dei Libri Viventi chiunque può essere una sorta di libro in carne e ossa che racconta qualcosa che può essere “preso in prestito” dagli altri.

 

Dare senso all’esperienza, rappresenta il punto di incontro dei percorsi di formazione che, per anni, Anteas e VOLABO hanno promosso per e insieme alle associazioni. Entrambe le organizzazioni, infatti, sono giunte a riconoscere l’importanza di prendersi lo spazio e il tempo anche di pensare, parlare e confrontarsi sulle scelte che stanno a monte e motivano il proprio fare e agire volontario. Il corso seguirà due metodologie per facilitare lo scambio di racconti e di esperienze di volontariato: la logoterapia e la mediazione umanistica. Entrambe le metodologie partecipative si basano sull’idea che le persone abbiano bisogno di dare un significato alla propria vita e che questo bisogno possa rigenerarsi attraverso la relazione e la comunicazione con altre persone e con il dialogo e il confronto con altri modi e tipi di “attribuzione di significato”. La logoterapia è stata fondata dallo psicoterapeuta Viktor Frankl che, partendo dalla sua esperienza di internamento in un campo di concentramento, sviluppò l’idea che le persone vivono e sopravvivo esclusivamente se riescono ad attribuire a qualcosa un significato per cui farlo; allo stesso modo la mediazione umanistica, che lavora nelle situazioni di conflitto, studia i processi e gli elementi del nostro corpo e della nostra psiche che vanno alla ricerca di un senso.

 

Dare senso all’esperienza, quindi, continua Andrea Arnone, “darà spazio allo scambio delle diverse idee e pratiche di volontariato. Sarà l’occasione per raccontare il percorso che abbiamo fatto e quello che abbiamo appreso, ma sarà anche l’occasione per apprendere qualcosa di nuovo da altri percorsi e altre esperienze”. Università del Volontariato è nata e si è sviluppata con scopi preminentemente formativi ma nel tempo ha assunto anche altri significati e funzioni. Oggi Università del Volontariato è anche un luogo di costruzione e ricerca di relazioni e valori non solo all’interno della propria associazione ma anche con altre realtà. Conclude Arnone, “La cosa interessante, infatti, è che diverse persone che hanno partecipato alla prima edizione di questo corso hanno poi deciso di iniziare a fare volontariato presso la nostra associazione”.

Programma del corso

 

Per iscriversi al corso

Scheda di iscrizione

 

Per informazioni sul corso

VOLABO | Paola Atzei

formazione@volabo.it

VOLABO | Chiara Zanieri

formazione.corsi@volabo.it

Related Posts

X