#digitaltransformationsostenibile | Un flashmob online, un webinar e un progetto per parlare delle trasformazioni digitali nell’ottica di un futuro sostenibile

Martedì 30 ottobre ci sarà una giornata di mobilitazione online  – con l’hashtag #digitaltransformationsostenibile – per un uso consapevole delle tecnologie digitali, in occasione del lancio ufficiale di Digital Transformation per lo Sviluppo Sostenibile. Percorsi formativi sull’uso consapevole delle tecnologie digitali per l’Educazione alla Cittadinanza Globale, un progetto rivolto a docenti e studenti di scuola secondaria e dell’Università, animatori e operatori del terzo settore promosso da Amici dei Popoli, ACCRI, CELIM, CISV, Comi, Consoft Sistemi, COPE, CVCS, Informatici Senza Frontiere, LabNET, Servizio di pace LVIA, Progettomondo.MLAL, Social Innovation Teams con il sostegno dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione Internazionale e Compagnia di San Paolo.

Nella stessa giornata, dalle 11 alle 12.30, Cristina Pozzi – autrice del libro 2050. Guida (fu)turistica per viaggiatori nel tempo – e Davide Demichelis – giornalista Rai, esperto di tematiche dello sviluppo e della migrazione – saranno impegnati in un dialogo aperto sul web con scuole, università e operatori del terzo settore sui temi della trasformazione digitale e dello sviluppo sostenibile.
Per partecipare alla discussione è possibile iscriversi gratuitamente al webinar cliccando qui

Il progetto e il webinar focalizzano l’attenzione su temi quali il possibile aumento o la diminuzione delle disuguaglianze globali dovuti all’esplosione delle tecnologie digitali; le possibilità e opportunità di impiego delle tecnologie digitali per affrontare le grandi sfide sociali e ambientali del nostro tempo e i rischi connessi.

Nei prossimi anni sono attese innovazioni e trasformazioni profonde legate al mondo digitale che comporteranno veri e propri cambiamenti di paradigma. Intelligenza artificiale, blockchain, robotica e fabbricazione digitale rivoluzioneranno il modo di curarsi, di mangiare e trasformeranno radicalmente il mercato del lavoro. Basta considerare che, secondo quanto afferma il rapporto “The Future of Jobs 2018″ del World Economic Forum, entro il 2025 più di metà delle mansioni lavorative sarà svolta da macchine.

Di fronte a un cambiamento epocale di questa portata, il flash mob, e più in generale del progetto, vogliono stimolare il dialogo e la discussione sull’impatto, i rischi e le potenzialità della trasformazione digitale per cogliere già oggi le opportunità che si presentano, con l’obiettivo di intraprendere un cammino verso un futuro sostenibile a livello sociale, ambientale ed economico.

“La tecnologia esponenziale e disruptive di oggi avrà un impatto concreto sulla vita quotidiana di tutti noi in tempi brevissimi, fra pochi anni, 4/5 al massimo, non venti.” afferma Cristina Pozzi “Il futuro non è apocalittico né utopico, dipende da cosa si decide di portare avanti e più persone sono consapevoli di ciò, più è facile che le scelte possano essere condivise”.

 

Per informazioni:
info@digitaltransformationsostenibile.org | tel 011.8993823
Per partecipare al flashmob l’appuntamento è online martedì 30 ottobre con l’hashtag #digitaltransformationsostenibile
Per approfondire sul progetto: http://digitaltransformationsostenibile.org
Per partecipare al webinar: http://bit.ly/DT-webinar

Related Posts

X