“È buono”: il gelato del franchising sociale arriva a Bologna

Fonte dell’immagine: www.bandieragialla.it

Creato dall’associazione Agevolando, dà lavoro a ragazzi e ragazze che hanno vissuto periodi di accoglienza in comunità, case famiglia o affido

E’ stata inaugurata a Bologna, in via Palmieri 37, la gelateria “È buono”, il secondo punto vendita del franchising sociale (il primo è attivo a Genova) creato dall’associazione Agevolando, formata da ragazzi e ragazze che hanno vissuto periodi di accoglienza in comunità, case famiglia o affido, insieme alla Consulta diocesana per le attività a favore di minori e famiglie di Genova che gestisce 15 case di accoglienza per minori fuori famiglia o madri con bambini. L’obiettivo è dare ai ragazzi usciti dalle comunità, dalle case famiglia o da percorsi di affido un’opportunità di riscatto, per uscire da una condizione di svantaggio ed entrare nel mondo del lavoro.
“È buono” prevede la creazione di laboratori di produzione di gelato artigianale realizzato con materie prime biologiche, a chilometro zero, prodotte su terreni confiscate alla criminalità organizzata e acquistate direttamente dai produttori.
Il franchising nasce con il sostegno anche di Associazione Ancoraggio in collaborazione con l’Istituzione per l’inclusione sociale e comunitaria don Paolo Serra Zanetti del Comune di Bologna, Confcooperative Genova, Legacoop Bologna. Tra i partner tecnici ci sono Carpigiani e Granarolo. Il progetto è sostenuto dalla Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e dalla Fondazione San Zeno di Verona.
Per saperne di più:
www.agevolando.org

Related Posts