Gli appuntamenti da non perdere selezionati da Formica Alata n° 396 del 25/11/2016

Serata benefica a teatro con “Più di prima”, spettacolo tratto dal libro “La sedia di Lulù”

Il 28 novembre a Imola; ospiti speciali alcuni protagonisti della Fiction RAI “Braccialetti Rossi”

Lunedì 28 novembre alle 20.30 al Teatro Osservanza di Imola (via Venturini 18) andrà in scena lo spettacolo “Più di Prima”, tratto dal libro di successo “La sedia di Lulù” (Itaca Edizioni) scritto da Alessandra Santandrea e Marina Casciani. La pièce teatrale racconta la vera storia di Alessandra, la cui vita cambia drammaticamente quando un incidente stradale le toglie l’uso delle gambe a soli 27 anni. Da quel giorno comincia un cammino di rinascita, grazie anche alla cagnetta Lulù, una cucciola meticcia, che aiuta Alessandra a intrecciare relazioni, superare ostacoli e barriere, solitudine, paure e diffidenze.
Lo spettacolo vedrà in scena l’attore Edoardo Boselli e le stesse protagoniste della storia, Alessandra Santandrea e Lulù, oltre che William Boselli e il cantante Thomas Cheval. Ospiti speciali saranno alcuni protagonisti della Fiction RAI “Braccialetti Rossi”.
La serata ha uno scopo benefico: il ricavato andrà infatti al progetto “Mano a Mano” che la Fondazione Montecatone Onlus ha attivato per aiutare le famiglie delle persone ricoverate al Montecatone Rehabilitation Institute di Imola.
A teatro sarà possibile anche acquistare il libro “La sedia di Lulù” per sostenere sia la preparazione di cani da supporto a persone con disabilità, sia i progetti di Pet Therapy di ChiaraMilla, l’associazione in cui lavora la stessa Alessandra in qualità di istruttore cinofilo e preparatore di cani da assistenza.
La prevendita dei biglietti è attiva all’Agenzia Viaggi Santerno di Imola (via Galeati 5), al prezzo di euro 12 per la platea e 10 per il loggione.
Per informazioni:
Pagina Facebook di “Più di prima”

Un Paese per tutti. Come il Brasile ha ridotto la povertà e promosso l’inclusione sociale

Il 29 novembre alla Cabral la presentazione del libro e i risultati del programma Bolsa Família

Il Brasile viceversa: Lula e il Paese visto dal basso. E’ questo il tema dell’incontro in programma per martedì 29 novembre alle ore 17,30 alla Biblioteca Amilcar Cabral in via San Mamolo 24 a Bologna. L’incontro è l’occasione per presentare il libro “Un Paese per tutti. Come il Brasile ha ridotto la povertà e promosso l’inclusione sociale: un’analisi del programma Bolsa Família” (ed. Filodiritto, 2016) di Gianfranco Cordisco.
Ne parlano con l’autore Ana Gomes, Universidade Federal de Minas Gerais e Roberto Vecchi, Università di Bologna.
In Brasile negli ultimi quindici anni l’indigenza si è ridotta anche grazie alla diffusione di programmi sociali come la Bolsa Família, il più grande intervento a favore delle persone povere mai promosso da uno Stato. In questo libro sono illustrati i risultati di una ricerca che ne ha valutato l’impatto attraverso l’analisi dei dati più aggiornati e l’ascolto delle opinioni delle persone beneficiarie. Lo studio comprende una ricostruzione delle cause della povertà in Brasile e una panoramica dei programmi simili alla Bolsa Família in corso in America Latina, Asia e Africa.
Per informazioni:
Biblioteca Amilcar Cabral
amicabr@comune.bologna.it
tel. 051581464

Un bambino, due lingue: il ruolo della lingua madre nell’acquisizione della lingua italiana

Il 29 novembre un’occasione di approfondimento di temi legati alla didattica dell’L2 con il ruolo fondamentale della L1

“Un bambino, due lingue”: è questo il titolo del seminario che si terrà martedì 29 novembre dalle 9,30 alle 13,30 all’Auditorium Biagi di Sala Borsa, in piazza Nettuno 3, sul ruolo della lingua madre nell’acquisizione della lingua italiana.
Il seminario rappresenta un’occasione di approfondimento di temi legati alla didattica dell’L2, alla mediazione linguistico culturale in ambito educativo e scolastico, in particolare sul ruolo fondamentale della L1, la lingua madre, nell’apprendimento della L2.
Scarica il programma >>
Per iscriversi >>

L’Argentina della dittatura e dei desaparecidos in un incontro del Centro Studi Donati

Il 29 novembre il racconto di chi si è schierato dalla parte dei perseguitati

L’associazione studentesca Centro Studi “G. Donati”, con il patrocinio della Scuola di Psicologia e Scienze della Formazione e con il contributo dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, organizza per martedì 29 novembre alle ore 20,45 in via San Sigismondo 7 Bologna l’incontro dal titolo “L’Argentina della dittatura e dei desaparecidos”.
In Argentina, dopo il colpo di Stato delle forze armate contro le sinistre del 1976 e fino al 1983, decine di migliaia di giovani, sindacalisti, militanti, pacifisti, contadini, operai, poveri, religiosi, sospettati di svolgere una qualsiasi attività che interferisse con quella della Giunta militare, furono perseguitati, torturati e uccisi; di molti di loro non si seppe più nulla. Ci fu una Chiesa connivente con il regime e un’altra che scelse di stare accanto al popolo fino al martirio.
Ancora oggi le madri e le nonne di Plaza de Mayo continuano a gridare i nomi dei loro figli e dei loro nipoti desaparecidos.
Intervengono: Luigino, piccolo fratello a fianco dei nomadi e Massimo Ruggiano, Vicario Episcopale della Carità.
Durante la serata Luigino presenterà il libro “In mezzo alla tempesta. I piccoli fratelli del Vangelo in Argentina (1959-1977)”, edizioni La Collina (Serdiana).
Per informazioni:
www.centrostudidonati.org
gdonati@iperbole.bologna.it

“Figlia di un DIA minore”, spettacolo teatrale a sostegno dell’Associazione Piccoli Grandi Cuori Onlus

Il 30 novembre una favola d’amore ambientata in ospedale

Mercoledì 30 novembre alle 20.30 presso il Cinema-Teatro Bellinzona (via Bellinzona 6, Bologna) andrà in scena lo spettacolo “Figli di un DIA minore” a sostegno dell’Associazione Piccoli Grandi Cuori Onlus, che aiuta bambini, ragazzi e adulti portatori di cardiopatie congenite del Reparto di Cardiologia e Cardiochirurgia Pediatrica e dell’Età Evolutiva del Policlinico Sant’Orsola a Bologna.
Il titolo dello spettacolo, un evidente richiamo al celebre film “Figli di un dio minore”, pone l’accento con un gioco di parole sul difetto inter-atriale (DIA).
Scritto e ideato dal dott. Gabriele Bronzetti dell’Unità Operativa di Cardiologia Pediatrica del Policlinico di Sant’Orsola e realizzato a cura della Compagnia Teatrale “Arte in parte”, “Figli di un DIA minore” è una moderna favola d’amore ambientata in ospedale.
Gli inviti a offerta libera possono essere ritirati:
– previa prenotazione telefonica (tel. 0516343265) al Polo dei Cuori (via Marco Polo 21/12, Bologna);
– nell’ufficio dell’Associazione Piccoli Grandi Cuori al Padiglione 23 del Policlinico Sant’Orsola (tel. 0512143865);
– la sera dello spettacolo direttamente a teatro previa prenotazione via mail a info@piccoligrandicuori.it.
Per saperne di più:
www.piccoligrandicuori.it

Aperitivo di sostegno alle attività del gruppo teatrale bolognese Magnifico Teatrino Errante

Il 5 dicembre un’occasione per sostenere percorsi di formazione per attori disabili e non

In occasione delle celebrazioni della Giornata ONU dei Diritti delle Persone con Disabilità, il gruppo di teatro bolognese Magnifico Teatrino Errante (MTE) organizza l’evento “Magnifico Aperitivo”, un’occasione per sostenere le attività indipendenti del MTE, che da 5 anni mette in scena spettacoli e progetti con particolare attenzione ai temi di inclusione sociale.
Al Mercato Contadino Biologico 20 pietre (via Marzabotto 2, Bologna), lunedì 5 dicembre dalle ore 18 in avanti, ci sarà un aperitivo con dj set di Marco Zanotti e a seguire una performance teatrale di MTE. Inoltre sarà disponibile il “Magnifico Calendario 2017” dedicato al tema dei diritti e realizzato in collaborazioni con il fotografo Paolo Cortesi.
L’iniziativa è rivolta specificamente a sostenere un percorso di formazione con una compagnia di teatro danza di rilevanza nazionale che il gruppo teatrale vorrebbe realizzare senza gravare sulle famiglie degli attori con disabilità.
Per partecipare al “Magnifico Aperitivo” è consigliata la prenotazione scrivendo a magnificoteatrino@gmail.com.
Per saperne di più:
www.magnificoteatrino.wordpress.com

Imparare le lingue divertendosi, torna il Tandem linguistico di UniversiBO

Fino al 12 dicembre i lunedì di conversazione con madrelingua di nazionalità diverse

Ritorna il Tandem Linguistico di UniversiBO, un modo divertente per imparare lingue nuove, basato sulla conversazione con madrelingua di nazionalità diversa dalla propria.
Gli appuntamenti si tengono tutti i lunedì sera, fino al 12 dicembre, dalle ore 19.30  presso la sede di Cittadinanzattiva Emilia-Romagna, via Castiglione 24, a Bologna.
L’iniziativa è organizzata in collaborazione con CittadinanzAttiva e con il sostegno dell’Università di Bologna.
Per iscrizioni:
https://goo.gl/vogano

Related Posts

X