Global Inclusion – Generazioni senza frontiere, un evento non profit e di Responsabilità Sociale d’Impresa

Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.
Articolo 3 della Costituzione italiana

 Da queste parole trae ispirazione Global Inclusion – Generazioni senza frontiere, la manifestazione che mercoledì 11 settembre  a FICO – Fabbrica Italiana Contadina propone una giornata di approfondimento sull’inclusione nei luoghi di lavoro. L’evento, alla sua prima edizione, è promosso dal Comitato Global Inclusion – Art. 3 in collaborazione con il progetto Insieme per il Lavoro, una rete di associazioni non profit, imprese, istituzioni e università che hanno scelto di lavorare insieme e incontrarsi per elaborare modelli volti al superamento di stereotipi  e pregiudizi nei luoghi di lavoro, proponendo approcci all’insegna dell’inclusività – di cultura, di genere, di orientamento sessuale, di opinione, di formazione, di salute, di abilità, di caratteristiche fisiche.

Con il suo ricco programma di sessioni plenarie, hub creativi e panel con interventi di assoluto rilievo, Global inclusion si rivolge a giovani, professionisti, studenti, talenti delle imprese, associazioni e istituzioni per condividere buone pratiche d’inclusione e promuovere un approccio creativo e positivo verso il futuro. La convinzione è che la gestione delle diversità risponda contemporaneamente a obiettivi di sostenibilità, pari opportunità e strategia di successo per le imprese e per la realizzazione della persona.
Infatti le ricerche dimostrano che leadership capaci di dare valore alle potenzialità del singolo e stimolare la sua realizzazione personale, sono più capaci di innovare, rispondere efficacemente alle sfide del mercato, massimizzare le risorse e le qualità del proprio team, favorendo il successo dell’impresa e il benessere di tutto il gruppo.

Tra gli appuntamenti della giornata segnaliamo Il mito della purezza: l’alleanza profit e non profit alle 14.40 in sala plenaria, dove associazioni, imprese e b-corp hanno deciso di contaminare i loro modelli per creare una società più inclusiva. Durante questa sessione di lavori si cercherà di comprendere in che misura l’integrazione di competenze tra imprese e associazioni abbia trasformato l’approccio delle organizzazioni nella gestione delle strategie di diversity & inclusion.

Global inclusion e art.3 della Costituzione: due modi per affermare la centralità della persona umana e l’importanza della partecipazione dei cittadini alla costruzione di un futuro sostenibile – dichiara Luigi Bobba, Presidente del Comitato Global Inclusion Art. 3, esperto del Terzo Settore e già Sottosegretario al Lavoro – Global inclusion richiama immediatamente gli obiettivi dell’Agenda Globale 2030; l’art.3 della Costituzione rivela la sua sorprendente modernità nel guidarci a trovare una rotta in un tempo e in un Paese segnati profondamente dal rancore, dall’ esclusioni e dalla paura. Carta Costituzionale e Agenda globale 2030 rappresentano il filo rosso dell’azione del Comitato promotore che, con l’evento dell’11 settembre a Bologna, vuole dare appuntamento a tutti coloro – persone, imprese, istituzioni e enti di terzo settore – che vogliono costruire ponti e non muri, generare inclusione anziché esclusione, valorizzare le differenze invece che comprimerle. Consapevoli che l’inclusione rappresenta un decisivo driver per l’innovazione sociale e che la responsabilità sociale delle imprese non incide solo sulla reputazione delle stesse, ma è un fattore essenziale per crescere e cambiare. Ugualmente, l’investimento delle istituzioni su e con gli enti di terzo settore diventa una leva decisiva per combattere il cancro delle diseguaglianze, promuovere l’inclusione e rigenerare i legami comunitari.

Global Inclusion – Generazioni senza frontiere – spiegano promotori della manifestazione – vuole fornire un’opportunità di responsabilità sociale per imprese, associazioni non profit, istituzioni, scuole e università che scelgono una strategia integrata di comunicazione interna, esterna e di employer branding.

Global Inclusion – Generazioni senza frontiere è un evento non profit e di Responsabilità Sociale d’Impresa. L’evento è gratuito per i partecipanti e si finanzia grazie al sostegno dei partner. Main partner è il Gruppo Unipol. Le eventuali plusvalenze dell’evento saranno devolute dal Comitato promotore a borse di studio e di ricerca sui temi dell’inclusione o al finanziamento delle future edizioni.

 

Per informazioni:
www.global-inclusion.org
Per iscriversi:
https://www.global-inclusion.org

Related Posts

X