Il 10 giugno a Imola “STORIE DI DONO”. Un convegno sul potere rivoluzionario del Volontariato

Immagine tratta da Dire Fare Donare. L’autore è Carlo Ferri

Sabato 10 giugno alle 9.00 al Teatro Lolli di Imola, in via Caterina Sforza 3, VOLABO promuove l’incontro Storie di Dono nell’ambito di Oltre la Siepe 2017, rassegna di eventi per il benessere mentale e fisico dei cittadini, a sostegno dell’inclusione sociale e della cittadinanza attiva, animata da Associazioni e Istituzioni del territorio, con la  collaborazione del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche AUSL Imola.

 

L’iniziativa nasce nell’ambito del progetto Il Volontariato è un Dono di Tutti. La cultura del dono per stare bene, una rassegna regionale di eventi culturali e teatrali per la promozione della cultura del dono e in particolare della donazione per il benessere e la salute delle persone e della comunità.

 

In continuità con il convegno Memoria Dono Identità che si è tenuto il 21 maggio 2016 a Imola,  l’appuntamento del prossimo 10 giugno intende creare nuove connessioni  e progettualità che riconoscono nella solidarietà un volano per la coesione sociale. La prof.ssa Pina Lalli del Dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell’Università di Bologna interverrà e stimolerà la conversazione con gli autori, i curatori e i promotori di due iniziative editoriali a cura di VOLABO sulla cultura del dono ossia Dire, Fare, Donare. La cultura del dono nelle comunità in trasformazione (a cura di C. Migani, M. Scorza, A. Pagani, G. Funaioli, R. Gonni, E. Sergio, Negretto Editore, Mantova 2017)  e Storie di Dono (a cura di Cinzia Migani, Laura Pacetti, Michela De Falco, Danila Guidi, Valerio Borgonuovo, 2016).

 

Il convegno Storie di Dono è una conversazione sulle possibilità di cambiamento della nostra società grazie a nuove relazioni basate sul dono, la gratuità, la solidarietà e l’accoglienza. 

L’inizio fu per caso: l’equipe del manicomio veniva a mangiare nel mio ristorante e un giorno mi chiesero di aiutarli. Mi impegnai a capire di cosa c’era bisogno, cosa si poteva fare per migliorare la loro situazione. Io non ero mai entrata nel manicomio pur vivendo lì vicino e per molti giorni mi intrattenni all’interno della struttura seduta tra i ricoverati per capire cosa fosse meglio per loro. In venti decisero di provare l’esperienza della nostra associazione e di dare inizio alla casa famiglia accettando il nostro programma di superamento dell’ospedale psichiatrico.    Marta Manuelli “L’inizio fu per caso” da Storie di dono

Ma anche un racconto che ci farà emozionare davanti a storie ed esperienze di dono che tutti i giorni, in diversa misura e in diversa maniera, incidono positivamente sul benessere e la salute della gente, dei luoghi e delle relazioni.  

Ogni giorno è una nuova avventura che mi restituisce il senso di esserci di essere una comparsa nel teatro della vita che raccoglie il suo tempo e prova a riviverlo più positivo. Sentirsi uniti e solidali dentro un lavoro comune, nel ritrovarsi in legami sociali, significativi, di gruppo, di famiglia, di istituzione dove può nascere la passione e la gioia del dono, dell’amore . Il dono della vita “Stefano Cavallini” da Dire, Fare, Donare 

Agli interventi dei curatori, autori e promotori, infatti, si alterneranno le letture  di estratti delle storie raccolte nei due libri: un incontro diretto e coinvolgente con esperienze e testimonianze di rigenerazione sociale veicolata dalla solidarietà, dal volontariato e dal dono.  

 

Introducono Alba Natali,direttrice del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche AUSL Imola, e Giancarlo Funaioli, presidente di A.S.Vo associazione che gestisce VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato di Bologna.

Modera la conversazione con curatori, autori, promotori istituzionali e il pubblico Pina Lalli, docente di Sociologia dei Processi culturali e comunicativi presso l’Università di Bologna.

Seguono le testimonianze tratte dal libro Storie di Dono: Fulvio De Nigris, presidente de La casa dei risvegli Luca De Nigris; Antonio Mumolo, presidente dell’associazione Avvocato di strada; Luisa Cimatti, presidente dell’associazione E pas e temp; Marta Manuelli, presidente di Cà del Vento; Maria Rosa Franzoni, presidente associazione PerLeDonne, Remo Martelli, presidente AIDO Imola .

E proseguono le letture di estratti delle 16 storie di dono raccolte in Dire, Fare, Donare ed elaborate nel laboratorio di scrittura creativa condotto dallo scrittore Andrea Pagani nell’ambito di Università del Volontariato di VOLABO.

Le conclusioni sono di Cinzia Migani, direttora di VOLABO e curatrice di entrambe le pubblicazioni.

Oltre alle curatrici e i curatori citati, saranno presenti e animeranno la conversazione anche: Matteo Scorza di BaoLab – agenzia di comunicazione, Francesca Valli del Gruppo Regionale Teatro e Salute Mentale, Roberta Gonni di VOLABO e Ennio Sergio del DSM – DP dell’AUSL di Imola.

 

L’iniziativa è realizzata nell’ambito del progetto Il volontariato è un Dono di Tutti. La cultura del dono per stare bene promosso da VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della Città Metropolitana di Bologna in collaborazione con la Città metropolitana di Bologna. Il progetto si avvale inoltre del patrocinio delle associazioni regionali del dono di sangue e organi AVIS, AIDO e ADMO e della preziosa collaborazione dei Centri di Servizio per il Volontariato, delle organizzazioni del terzo settore, dei DSM-DP delle Aziende USL, degli enti pubblici delle città che hanno aderito alla rassegna e del Gruppo Regionale Teatro e Salute Mentale.

 

Per informazioni e per la stampa:

VOLABO | Roberta Gonni | pca.imola@volabo.it | 320.6647702     

Related Posts

X