Il Budget di Salute nel sistema di welfare italiano

Lunedì 17 giugno alle 17, presso la Biblioteca della salute mentale e delle scienze umane Minguzzi-Gentili in Via Sant’Isaia 90 a Bologna è in programma il prossimo appuntamento della Rassegna culturale organizzata dall’Istituzione Gian Franco Minguzzi  “L’attualità di Franco Basaglia”, che celebra il centenario della nascita del noto psichiatra, promotore di una riforma radicale dell’assistenza psichiatrica che portò con la legge 180 del 1978 alla chiusura dei manicomi, dando vita al movimento della deistituzionalizzazione per una società più inclusiva, più libera e più giusta. Il pomeriggio è dedicato alla presentazione del libro curato da Fabrizio Starace “Il budget di salute nel sistema di welfare italiano”, edito da Il Pensiero Scientifico.

L’attenzione alla dimensione sociale nella produzione di salute, la definizione di un Progetto personalizzato, le peculiari caratteristiche di co-progettazione e co-gestione con il Terzo settore rendono il Budget di salute (BdS) lo strumento più avanzato per concretizzare i principi dell’integrazione sociosanitaria e del welfare di comunità. Applicato sperimentalmente all’inizio degli anni 2000, il BdS ha guadagnato interesse per la sua flessibilità nel governo della domanda di assistenza a lungo termine, per la sua attenzione alle strategie di capacitazione individuale, per la posizione di risalto che offre al protagonismo dei diretti interessati e alla loro determinazione a incidere sulle scelte che li riguardano. Un volume per operatori della Salute Mentale, dei Servizi sociali e del Terzo settore che vi troveranno una dettagliata e concreta descrizione delle esperienze e delle elaborazioni più innovative realizzate sul territorio nazionale mediante l’applicazione del Budget di Salute.

Dopo l’introduzione di Bruna Zani, presidente Istituzione Gian Franco Minguzzi, seguiranno gli interventi di

Fabrizio Starace, curatore dell’opera, psichiatra, direttore del Dipartimento di Salute Mentale e Dipendenze Patologiche dell’AUSL di Modena e Presidente della Società Italiana di Epidemiologia Psichiatrica – a presentare l’opera, dialogando con

Alba Natali, direttrice Dipartimento Salute mentale e dipendenze patologiche AUSL Imola

Alceste Santuari, professore associato di Diritto dell’economia, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna

Fabio Lucchi, direttore Dipartimento Salute mentale e dipendenze patologiche Ausl Bologna

Francesco Crisafulli, responsabile UO Servizio Sociale per la Disabilità Est e Ovest, Comune di Bologna

Cinzia Migani, direttrice VOLABO CSV della città metropolitana di Bologna

Modera Angelo Fioritti, CdA Istituzione Gian Franco Minguzzi, già direttore DSM Ausl Bologna.

Per informazioni:

bibliomi@cittametropolitana.bo.it

Scarica il volantino dell’iniziativa

Related Posts