Il successo della campagna “Bolognina a colori”

Importo raggiunto prima del termine

Oltre 5000€ raggiunti grazie al gesto di 96 sostenitori: questo è il risultato della campagna di crowdfunding Bolognina a colori, che a otto giorni dal termine delle donazioni ha già centrato e superato l’obiettivo.

Le cittadine e i cittadini hanno dimostrato interesse e apprezzamento per l‘iniziativa di riqualificazione urbana che intende portare colore, arte, pennellate di contemporaneità e contaminazione positiva in alcune vie della Bolognina dove passeggiando si respira ancora un certo grigiore.

La Bolognina è una zona popolare e di origine operaia che si trova nel quartiere Navile di Bologna. Nel tempo ha vissuto mutamenti socio-demografici che la rendono oggi un luogo multiculturale, in fermento, ricco di progetti di comunità e, certamente, non privo di contraddizioni. Una moltitudine di associazioni, comitati e singoli cittadini da anni portano avanti insieme progettualità, patti di collaborazione e idee nuove insieme alle istituzioni locali per ridare forma a luoghi animati da relazioni.

Bolognina a Colori. L’arte urbana che crea vita e colore nelle strade è l’ultima novità promossa da la rete I Love Bolognina e il Comitato Bolognina 2000, un percorso artistico di arte murale da realizzare sulle serrande dei negozi di vicinato della Bolognina, per contrastare il degrado visivo e promuovere il “bello”, coinvolgendo i giovani artisti del territorio. Le donazioni ricevute servono a finanziare i costi di un progetto di comunità per la comunità.

Ora c’è la certezza di poter acquistare i materiali per dipingere, le protezioni necessarie per eseguire il lavoro in sicurezza per gli artisti e a tutela per l’ambiente circostante, e la possibilità di riconoscere un giusto contributo agli artisti.
Ora può partire il progetto artistico vero e proprio. La street art con i suoi colori darà una nuova vita a delle saracinesche apparentemente insignificanti che diventeranno vere e proprie tele d’autore.

Per informazioni:

Vai alla pagina della campagna, dove è possibile leggere l’intero progetto e donare.

Fonte immagine: video della campagna

 

 

 

Related Posts