La bici impazza in piazza

Una manifestazione dedicata alla mobilità sostenibile in bicicletta, realizzata grazie alla collaborazione tra le associazioni L’altra Babele, Bologna Vivibile e Fiab e il Comune di Bologna.

Tutti i martedì dalle 17 alle 19 fino al 27 luglio, a Bologna la bici impazza in piazza. Le associazioni L’altra Babele e Fiab, insieme al gruppo di cittadini attivi Bologna Vivibile allestiscono infatti uno stand settimanale nell’area pedonale di piazza Aldrovandi che offre ai cittadini servizi di ciclo-riparazione assistita, marchiatura, distribuzione di bici a prezzo calmierato, mercatino bici-bimbi e uscite in bicicletta.

L’iniziativa, realizzata grazie alla partnership delle tre associazioni, si avvale del supporto logistico de L’altra Babele Servizi ed è promossa dal settore Mobilità sostenibile del Comune di Bologna con l’obiettivo di dare continuità temporale alla Settimana della Mobilità Sostenibile e al progetto LIFE PREPAIR, finanziato dall’Unione Europea.

Lo stand del martedì sarà un punto di ritrovo ricco di proposte: oltre al punto informativo pensato per accogliere i visitatori, avere maggiori informazioni sui servizi ai ciclisti, l’attività dei partner e l’acquisto di gadget, offre un angolo di ciclo-riparazione assistita da ciclo meccanici esperti che supportano i ciclisti nelle piccole riparazioni di routine per avere una bici sicura ed efficiente. C’è poi il servizio di marchiatura che permette di attestare la proprietà della bicicletta e consentire la restituzione al proprietario in caso di ritrovamento a seguito di furto. Sempre in caso di furto, presentando regolare denuncia, presso lo stand è possibile acquistare una bici recuperata e marchiata a prezzo calmierato nell’ambito dell’iniziativa Denunciare conviene. E sempre presso lo stand coloro che partecipano all’asta online per la campagna Bella coincidenza possono ritirare la bicicletta assegnata. Non solo, le associazioni hanno ideato Il Mercatino bici bimbi, che offre la possibilità di permutare la bici ormai piccola con una più grande, oppure acquistarne direttamente una della misura giusta. Infine la piazza diventa il punto di partenza di tre uscite tematiche in bici organizzate da Fiab Bologna Monte Sole Bike-group.

<<In tal modo l’Amministrazione comunale ha voluto affermare il ruolo cardine della mobilità attiva in ambito urbano in una fase delicata come questa, climatica e pandemica in cui urgono azioni decise in direzione della mobilità sostenibile. – afferma Claudio Mazzanti, Assessore alla Mobilità del Comune di Bologna – e sottolinea la bontà dell’iniziativa – La bici Impazza in piazza incoraggia e supporta l’uso della bicicletta, soprattutto per gli spostamenti quotidiani, e promuove con azioni concrete una mobilità più sostenibile che garantisce alla Città più salute, più sicurezza e più socializzazione.>>

Rosa Maria Amorevole, Presidente del Quartiere Santo Stefano dichiara che questa <<È un’occasione importante per il Quartiere e per la città tutta e permetterà di sottolineare l’uso diverso della piazza valorizzando l’area pedonale introdotta con il progetto di riqualificazione. In questa piazza il Quartiere lavora da tempo con le Associazioni del territorio rendendo a poco a poco sempre più la piazza un punto di relazione, di incontro e di cultura.>>

Rispetto alla location, la scelta di Piazza Aldrovandi risponde a varie motivazioni. <<È uno spazio centrale, recentemente riqualificato e si presta a diventare un luogo significativo per la comunità e ad intercettare tra i bisogni quelli di mobilità sostenibile e vivibilità urbana – ricorda Patrizia Guerra portavoce di Bologna Vivibile, il gruppo di cittadini impegnati da oltre 15 anni nella riqualificazione di aree importanti del centro e della più generale vivibilità in città,  – poi la Piazza funziona – aggiunge – abbiamo già sperimentato lo scorso ottobre all’interno del patto di collaborazione tra Bologna Vivibile il Quartiere Santo Stefano e i dati di accesso alla ciclo-riparazione e alla marchiatura dopo quattro settimane ci hanno parlato di un sostanziale successo, da qui la voglia di proseguire. Sono molto lieta di questa disponibilità dell’assessorato alla mobilità che dà così continuità ad un progetto in cui crediamo molto. Speriamo che questa collaborazione istituzionale sia l’avvio di un percorso e dia continuità a questo e a tutti i progetti di mobilità sostenibile che la città si aspetta.>>

<<Siamo molto contenti che il Comune scelga di investire nella concreta sicurezza, tanto sul piano tecnico quanto sul piano legale e di lavorare insieme alle associazioni del territorio e della mobilità sostenibile su un format di successo – afferma Vito Bernardo di Babele Servizi, coordinatore dell’iniziativa. – In tal modo si promuove la ciclabilità e si garantisce la sicurezza dei ciclisti, sia contro i furti che con un’adeguata manutenzione delle due ruote – precisa. – Dopo la sperimentazione positiva nei T-Days negli anni dello scorso mandato, nel 2020abbiamo portato un progetto pilota nella nuova area pedonale di Piazza Aldrovandi. Ora, grazie alla volontà istituzionale, di Assessorato alla Mobilità e Quartiere Santo Stefano, e alle energie di cittadini e associazionismo l’iniziativa trova una collocazione stabile e diventa un vero e proprio servizio continuativo per la città e per la comunità dei ciclisti urbani, sempre più ampia a seguito della pandemia e dell’accelerazione sulle politiche del Biciplan” conclude.>>

La Bici Impazza in piazza è una manifestazione che si svolge nell’ambito delle azioni a sostegno della mobilità ciclabile di PREPAIR, progetto di cui il Comune di Bologna è partner, co-finanziato dal programma LIFE dell’Unione Europea e coordinato dalla Regione Emilia-Romagna. LIFE PREPAIR ha come obiettivo il miglioramento della qualità dell’aria dell’intero bacino padano attraverso l’implementazione di azioni coordinate tra i principali attori istituzionali dell’area.

Per informazioni:

laltrababele.it/aldrovandi

Facebook>>

info@laltrababele.it

Scarica il volantino dell’iniziativa>>

Related Posts