La formazione di VOLABO

VOLABO riconosce un forte significato alla formazione come servizio per rafforzare la cultura del volontariato e l’impegno solidale dei volontari, rispondendo al mandato legislativo e come sottolineato nella Carta dei valori del volontariato.
Attraverso la consulenza e un’offerta formativa rivolta a tutte le realtà di volontariato locali, il Centro servizi intende svolgere una funzione di accompagnamento e sostegno formativo nel processo di crescita dei volontari e delle organizzazioni di cui fanno parte, contribuendo ad una loro maggiore consapevolezza e competenza affinché possano:

  • coniugare in modo efficace le capacità e risorse disponibili, la mission, la progettualità e l’azione concreta
  • esercitare il loro ruolo “politico” e sussidiario, al fianco delle persone, delle istituzioni pubbliche, del terzo settore
  • svolgere in modo adeguato le attività e i progetti di volontariato
  • costruire in gruppo un’esperienza e un progetto di cittadinanza solidale di aiuto alle persone, di promozione dei diritti e di cambiamento sociale.

I progetti e le proposte formative, coerenti con i piani annuali di programmazione, si muovono secondo alcuni presupposti di base, per contraddistinguere un approccio specifico per il volontariato e il non profit:

  • dare rilevanza alle peculiarità del mondo per cui operiamo, alle richieste e potenzialità che porta: la conoscenza “storica” e attuale del volontariato, l’aggiornamento su progetti e iniziative, sui cambiamenti locali e nazionali che lo influenzano; le periodiche analisi del fabbisogno formativo, del profilo dei partecipanti e del loro grado di soddisfazione ai corsi; e, non ultimo, l’ascolto, il confronto e l’analisi delle richieste, proposte e suggerimenti dei volontari e dei differenti stakeholder
  • riconoscere che i valori, le prassi, lo stile di prossimità di cui il volontariato è promotore,
    rappresentano un valore aggiunto, spesso ancora oggi sottovalutato, sia nell’essere cittadino, sia nell’ambito del non profit, sia nelle politiche delle comunità locali
  • valorizzare la formazione nel terzo settore all’interno del modello dell’apprendimento
    permanente degli adulti, come diritto della persona a formarsi lungo tutto l’arco della vita e come percorso in cui acquisire o migliorare competenze trasversali, interpretative, progettuali, organizzative – per citare le principali
  • sviluppare uno stile di accoglienza e gestione d’aula che favorisca la relazione e lo scambio tra persone
  • restituire senso, concretezza e utilità al tempo e all’impegno “speso” per la formazione, che nel volontariato sono ricavati da quello già donato per le attività e la vita associativa.

Diventa fondamentale l’attenzione a tutto il processo formativo: dal momento progettuale (insieme al volontariato, ai partner di progetto e ai formatori) a quello realizzativo (la presenza in aula e il monitoraggio lungo tutto il percorso), a quello valutativo, affinché si possa realizzare l’idea di formazione come “esperienza formativa”, in cui le persone possano apprendere, partecipare, portare il proprio contributo e stare bene con gli altri.
Da qui l’impegno a sviluppare e proporre un approccio formativo al volontariato  aperto, non ripetitivo ma il più possibile rispondente alle caratteristiche ed esigenze dei volontari e delle loro organizzazioni, con occhio vigile ai cambiamenti, alle necessità del territorio e dei portatori di interesse con cui le organizzazioni si interfacciano. Tra le domande che guidano il nostro operato, alcune sono determinanti:
A quali bisogni di competenza risponde la proposta formativa che offriamo e quali ricadute ci prefiguriamo che possa avere in forma diretta e indiretta?
In quale contesto organizzativo e socio-territoriale si inserisce l’azione formativa, quale tipo di “comunità” contribuisce a sviluppare?
Quali metodi e strumenti, quali professionalità meglio si coniugano con gli obiettivi di un’esperienza formativa in cui i risultati siano frutto dell’interdipendenza tra apprendimento, partecipazione attiva, benessere relazionale e benessere individuali

Nel tempo le proposte formative si sono diversificate e sono divenute parte integrante di molti progetti pilota o innovativi. La diversificazione di metodi, strumenti e professionalità coinvolte è stata una leva per cercare di garantire una qualità adeguata ai cambiamenti del singolo volontario, dell’organizzazione e del contesto.
Negli anni, ai corsi e seminari di tipo frontale o di tipo partecipativo si sono affiancate proposte più complesse e sperimentali:

  • formazione-azione: mentre imparo, non mi limito ad esercitarmi, ma realizzo un intervento o un “prodotto” concreto utilizzabile dall’associazione, per esigenze operative, programmatorie, comunicative, promozionali, o di finanziamento
  • formazione-consulenza: un accompagnamento consulenziale all’interno del processo di
    apprendimento su questioni della vita associativa che richiedono un percorso personalizzato
  • videolezioni: nell’ottica di offrire occasioni di autoformazione, un’opportunità fruibile in spazi e tempi gestibili in autonomia o in piccoli gruppi come occasione di condivisione e confronto sulle conoscenze acquisite
  • SpazioFad – piattaforma multimediale per la formazione a distanza: un progetto di e-learning per offrire modalità innovative a supporto delle attività in aula; per sviluppare forme di apprendimento collaborativo e partecipativo; per attivare reti sul territorio e costruire comunità di pratiche
  • formazione integrata o congiunta: percorsi formativi tra volontari e operatori dei servizi pubblici, per facilitare la conoscenza reciproca, la costruzione comune di approcci culturali e di prassi, progettati e realizzati in partnership con gli enti pubblici
  • formazione come azione trainante di un processo progettuale più ampio e integrato nel territorio, in risposta ai nuovi bisogni e ai cambiamenti delle forme di impegno solidale e cittadinanza attiva. È il caso dell’accompagnamento formativo agli aspiranti volontari degli Empori solidali.

Come esito del radicamento del Centro Servizi nel territorio e del dialogo con i diversi portatori di interesse, sono aumentate e migliorate le collaborazioni con soggetti del terzo settore e delle istituzioni pubbliche, per costruire in modo congiunto progetti formativi di promozione e sviluppo di comunità, e come sintesi del confronto e integrazione attivando processi di “cambiamento” culturale e operativo.

Le proposte formative per le Odv promosse direttamente da VOLABO o in collaborazione con realtà istituzionali e del non profit
 La consulenza per l’analisi dei fabbisogni formativi e la progettazione di percorsi formativi promossi dalle Odv o in collaborazione con altre realtà del terzo settore e del settore pubblico.
I servizi sono offerti gratuitamente a tutti i componenti delle organizzazioni di volontariato (volontari, collaboratori e dipendenti).

Tra i percorsi di formazione proposti da VOLABO  vi sono quelli che mirano in particolar modo a valorizzare il processo di crescita delle persone volontarie e dell’organizzazione di volontariato, attraverso la metodologia attiva e partecipativa della Formazione-azione  per promuovere un più efficace e consolidato processo di apprendimento dei contenuti didattici e delle competenze, perché basato su un’esperienza diretta dell’applicabilità pratica dei metodi e delle tecniche.
Il coinvolgimento cognitivo ed emotivo, la soddisfazione di vedere un “risultato”, “un prodotto”, frutto della partecipazione ad un corso di formazione ad un laboratorio, contribuiscono a rafforzare la motivazione e il senso stesso della partecipazione.

Pensiamo che nel mondo del volontariato si debba offrire una formazione sempre più ad hoc  per i partecipanti, in cui sia alta la percezione del “tempo speso bene”, dell’utilità del corso. Utilità che, là dove possibile, permetta di imparare a pensare, a fare e a “realizzare per la propria attività, associazione o territorio

Questa sezione sarà dedicata a ciò che viene “realizzato” all’interno dei corsi di formazione dai partecipanti (sia in gruppo che individualmente).

Altre informazioni presto online!

Vai allo SpazioFAD di VOLABO

Altre informazioni presto online!

Vai al calendario dell’offerta formativa, scegli il percorso che fa per te

È sufficiente compilare la scheda di iscrizione on-line all’interno della pagina di ogni singola iniziativa formativa dell’Università del volontariato

Area Formazione sviluppo competenze

Responsabile  Paola Atzei
formazione@volabo.it
Coordinatrice corsi –Chiara Zanieri
formazione.corsi@volabo.it

VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della provincia di Bologna
Via Scipione Dal Ferro 4 | 40138 Bologna
tel. 051.340328 | fax 051.341169 |  www.volabo.it

Related Posts

X