“La porta di casa. Storie e numeri di (stra)ordinaria accoglienza”

La porta di casa è il cortometraggio prodotto da Europe Direct e realizzato da Ethnos Film per raccontare tre storie di “stra-ordinaria accoglienza” nate lungo la Via Emilia, dove alcuni dei 2600 ragazzi e ragazze profughi tutelati dai programmi di assistenza e accoglienza dei migranti della nostra regione hanno trovato l’ospitalità calda e genuina delle famiglie che hanno deciso di accoglierli tra le proprie mura domestiche.

Carla, Marino, Luca, Sawdagar; Giuseppe, Alessandro, Oumar; Rosella, Andrea, Moussar . Questi sono i  volti e le voci che “umanizzano”  i dati, le statistiche, i formulari di progetti e report che parlano di migrazione e accoglienza in Europa, in Italia e in Emilia-Romagna. Hanno aperto la porta alle telecamere per raccontare la loro esperienza, condividerla ,  <<per  far capire agli altri – come sostiene Marino – che non bisogna avere paura di aprire le porte >> e  <<per dare una risposta alla domanda “che cosa possiamo fare noi”  – dice Rosella – di fronte alla tragedia dell’immigrazione>>.

Queste tre storie che arrivano da Parma, Granarolo e Bologna hanno in comune la naturalità della vita quotidiana e la straordinarietà di ciò che accade quando l’ospite diventa a tutti gli effetti un familiare, perché l’accoglienza si trasforma in affetto e rispetto reciproco, portando con sé qualcosa che va ben oltre il percorso di inserimento e integrazione.

Le storie sono introdotte e intervallate da fotogrammi che restituiscono una dimensione numerica al fenomeno migratorio e da interventi dei rappresentanti di organizzazioni non profit locali che descrivono alcuni progetti di accoglienza sul territorio, facendo emergere così gli effetti positivi  di una collaborazione virtuosa tra Pubblico, Terzo Settore e società civile.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=qKdleq0CLWc[/embedyt]

 

Per informazioni:
www.assemblea.emr.it/europedirect

Related Posts

X