Le Mille e una notte…insonne: favole e cronache di immigrazione scritte da Luca De Poli

Tragedie dell’immigrazione che hanno avuto come vittime bambini presentate in due versioni. Una per grandi e piccini, da leggere come una favola, scrivere e colorare. La seconda solo per adulti, perché quanto è accaduto non finisca nell’oblio. Parla di questo Le Mille e una notte… insonne. Favole e cronache contemporanee da un genitore per grandi e piccini (edizioni Homeless Book di Faenza, 12 euro) di Luca De Poli già autore di saggi di storia contemporanea pluripremiati e attivo nel mondo della finanza. Le immagini sono di Silvia Melcarne, illustratrice di Borgo Panigale.

Il libro si apre con la storia di Alan Kurdi, il bambino di tre anni curdo siriano annegato nel 2015 nel tentativo di raggiungere l’isola greca di Coo, divenuto simbolo della tragedia dell’immigrazione. La foto del suo corpicino adagiato sulla spiaggia ha fatto il giro del mondo e “Ancora oggi” dice De Poli “agita le notti di molti di noi”.
C’era una volta un bimbo che si addormentò in una spiaggia…” comincia il racconto per bambini fatto da De Poli. La storia continua con una multa che viene fatta da un poliziotto al piccolo per occupazione abusiva di suolo pubblico. Ma gli abitanti del mare fanno una colletta perché lui possa continuare a “dormire e a sognare il suo meraviglioso mondo fatto di mille profumi e colori”. Sotto al racconto per bambini la cronaca della tragedia.

L’autore, che vive e lavora a Bologna, spiega che l’idea di scrivere il libro è nata dopo che un’amica gli ha chiesto cosa si poteva fare per queste tragedie che colpiscono i bambini “Ecco cosa possiamo fare, possiamo raccontare” spiega De Poli “possiamo non dimenticare, costruire anche con chi ha distrutto, tornare a sorridere e stare insieme. Ecco quindi questo libro di favole e cronaca. Ho raccolto notizie che difficilmente potremo dimenticare.

E per “tornare a sorridere e stare insieme” c’è un progetto a cui tutti possiamo aderire: acquistando una copia di Le mille e una notte… Insonne infatti si contribuirà a donare un pasto a chi ne ha bisogno in seguito alla scelta dell’autore di devolvere i proventi della vendita a Banco alimentare e Cucine popolari.

Il progetto ha un ulteriore sviluppo con una proposta di collaborazione ai lettori: inviate la storia che avete scritto dopo avere letto il libro, o mandate una foto del vostro disegno a info@storiepernondimenticare.it. Le proposte verranno pubblicate sulla pagina: https://www.storiepernondimenticare.it/shop/default/acquista-il-libro.html

Related Posts