“I muri ci parlano”, un fine settimana a Imola

(Autrice foto: Carla Pampaluna)

Tre gli appuntamenti in programma questo fine settimana per la rassegna I muri ci parlano: cosa ci hanno detto? Cosa abbiamo fatto? realizzata da Oltre la Siepe – La salute mentale è un diritto di tutti, anche il tuo  nell’ambito del progetto Il Volontariato è un dono di tutti. La cultura del dono per stare bene promosso da VOLABO. Tutti gli eventi sono a ingresso gratuito.

Sabato 3 Dicembre 2016 “Borderline”
presso Polo Formativo | Via Giovanni dalle Bande Nere 11, Imola | SALA A

ore 09.30 –  Incontro pubblico

L’incontro vuole testimoniare il passaggio dal manicomio ai Servizi territoriali, un passaggio non facile che si portava dietro il peso di un’Istituzione che aveva segnato fortemente l’identità della psichiatria. Questa trasformazione ha dovuto confrontarsi con i pregiudizi attorno alla sofferenza psichica e la percezione collettiva di minaccia per la perdita del luogo deputato al contenimento della follia.

ore 11.00 – Spettacolo della Compagnia degli Accesi

testo di Muky e Angelo Gherardi (1978)
con Manuela Rugiero e Giovanni Tonello
revisione e consigli di Muky

Un testo duro, coriaceo, di dolore e di sangue. Ma anche di desiderio di tenerezze, di pudore. È la storia, vera, della battaglia per l’esistenza. Combattuta sino alla morte con un’unica arma: l’amore. Abbiamo scelto di veicolare queste emozioni con una tecnica sperimentata a lungo dalla Compagnia: il recitare sulla musica, dentro la musica, condotti per mano dalla musica, come Hermes condusse Euridice risalendo gli inferi dietro le spalle di Orfeo. Perché Borderline è un viaggio agli inferi. Solo attraversando l’inferno si può sperare di raggiungere la luce.

Borderline è il dramma della droga. Descrive gli effetti distruttivi e il venir meno della volontà di reagire – minando le meningi. Stende sul tossicomane una irrequietezza spasmodica – unita a un doloroso velo scuro di depressione incontenibile. I personaggi immaginosi prendono il nome di Sebastian e Violet. Lei – usa le armi femminili dell’astuzia – della benevolenza – dell’amore – come se fosse madre o amante – in ogni ora del giorno – dal sole alla luna. Lui – pur assumendo farmaci qualificati – affatica a rompere la lastra di ghiaccio del cielo – per trovare la luce. Nell’introduzione parla il soldato Violet e descrive la situazione di estremo disagio nella quale si trovano tante donne di fronte a tali situazioni disperate. Muki

 

Sabato 3 Dicembre “Caos ritmico”
Istituto di Riabilitazione | Via Montecatone 37, Imola
ore 15.30  – Incontro musicale

con la partecipazione della Bana Tambù e del gruppo musicale Caos ritmico dell’Istituto di Riabilitazione di Montecatone.

Cittadini si incontrano utilizzando il codice musicale per esplorare le polifonie dell’esistenza.
A cura di: Associazione E Pas e Temp e Istituto di Riabilitazione di Montecatone.

 

Sabato 3 Dicembre
Teatro Lolli | Via Caterina Sforza 3, Imola
ore 21.00 “Teatro Lolli: Le voci di fuori – Incontro pubblico e spettacolo

A cura di Cristina Gallingani e Luigi Tranchini
Con Rosa Alfieri, Massimo Dalpozzo, Sara Giacometti, Caterina Grandi, Luca Tanieli, Greta Tossani, Luigi Tranchini

L’Associazione culturale  T.I.L.T. Trasgressivo Imola Laboratorio Teatro racconta il percorso intrapreso per la creazione dello spettacolo VOCI – Immagini dal manicomio (presentato nel 2011 a Imola e ancora in repertorio dopo varie repliche non solo in Emilia Romagna) attraverso la riproposizione teatrale di alcuni suoi brani con parole che scorrono come musica. Ne scaturiscono sogni, speranze, desideri, incontri. Necessità di quegli incontri.

Nel 2010 Viaemiliaventicinque decise di approfondire il tema dei manicomi imolesi intervistando alcune persone che vi avevano lavorato, che erano entrate in contatto con la realtà manicomiale e che lavoravano e lavorano nel disagio psichico. Elena Gessi, Muriel Pavoni, Marina Sangiorgi, Andrea Scala e Giorgio Zabbini presentarono e regalarono i loro scritti  a T.I.L.T.

T.I.L.T., nato nel 1996, dal 2008 opera nel cinema – teatro del “Lolli”dove alla fine degli anni ’70 i pazienti dell’ospedale psichiatrico andavano a vedere gli spettacoli di burattini, a festeggiare compleanni e ad assistere agli esercizi di laboratorio teatrale dei ragazzi.

Prenotazione consigliata: cell. 340 5790974 ore serali o info@tiltonline.org | www.tiltonline.orginfo@tiltonline.org

 

La rassegna I muri ci parlano, cosa ci hanno detto, cosa abbiamo fatto? è una rassegna di eventi e spettacoli in occasione dei 20 anni della chiusura degli Ospedali Psichiatrici nella Città di Imola ed è promossa da Oltre la Siepe. Per saperne di più e seguire gli eventi di Oltre la Siepe: www.Facebook.com/oltrelasiepe.imola | www.oltre-la-siepe.blogspot.com | 338 3874547.

I muri ci parlano è una nuova tappa del progetto Il Volontariato è un dono di tutti. La cultura del dono per stare bene, una rassegna di eventi culturali nelle diverse città dell’Emilia – Romagna che vuole fare parlare, riflettere ed emozionare le persone davanti a storie ed esperienze di dono che tutti i giorni, in diversa misura e in diversa maniera, incidono positivamente sul benessere e la salute della gente, dei luoghi e delle relazioni. Un nuovo appuntamento in città per fare crescere la consapevolezza che donare è facile per tutti e fa bene a tutti. Per aggiornamenti sul progetto e sui prossimi appuntamenti: La pagina Facebook | Pagina delle notizie di Il volontariato è un dono di tutti del portale www.volabo.it. Il progetto Il Volontariato è un dono di tutti è promosso da VOLABO – Centro Servizi per il Volontariato della Città Metropolitana di Bologna in collaborazione con la Città metropolitana di Bologna, Oltre la Siepe – La salute mentale è un diritto di tutti, anche il tuo e della rete delle associazioni del dono di sangue e organi. Nelle diverse città che hanno aderito al progetto, gli eventi sono realizzati grazie alla collaborazione dei Centri di Servizio per il Volontariato, delle organizzazioni del terzo settore, delle Aziende USL/DSM-DP e degli enti locali.

Related Posts

X