My revolution, giovani europei imparano la democrazia partecipativa

Il progetto My Revolution, finanziato dal programma Europe for Citizens dell’Unione Europea, vede impegnate diverse organizzazioni della società civile in Italia, Slovenia, Polonia e Austria, e ha l’obiettivo di promuovere la partecipazione dei giovani cittadini europei in processi di democrazia partecipativa. Giunto alla sua quarta edizione, My Revolution coinvolge ogni anno giovani fra i 15 e i 20 anni, in particolare ragazzi e ragazze in condizioni di vulnerabilità, in attività di educazione non formale (workshop, tour storici, conferenze, tavole rotonde, seminari). In Italia, le attività sono realizzate da WeWorld Onlus sul territorio di Bologna, in collaborazione con l’Area Sviluppo Sociale della Città Metropolitana di Bologna.

Con l’obiettivo di valorizzare la memoria collettiva dell’Unione europea, la sua storia comune e i suoi valori, il percorso educativo di My Revolution si sviluppa su tre  dimensioni:

rievocativa

il dibattito fra i giovani verrà stimolato grazie a un’analisi dei processi storici dell’Unione Europea, collegandolo ai problemi della realtà contemporanea

cooperazione internazionale

i giovani dei diversi paesi europei si confronteranno con l’obiettivo di identificare necessità di cambiamento sociale condivise;

connessione con la politica europea

il risultato finale del progetto sarà la realizzazione del Central European Youth Manifesto, scritto dai giovani europei sulle  richieste di cambiamento, presentato e discusso in occasione della tavola rotonda presso il Parlamento Europeo.

Nell’edizione 2021-2022, le attività previste sono:

3 laboratori nazionali

Bologna, ottobre-novembre 2021 | I 3 laboratori nazionali prevedono il coinvolgimento di 60 giovani (circa 20 per ogni laboratorio). I temi di partenza saranno l’analisi della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, proclamata nel 2000, e le odierne sfide sui diritti umani, sociali e ambientali; a partire da input storici e culturali e mediante la forma artistica-espressiva, si stimoleranno riflessioni generate dalle domande: qual è la tua rivoluzione oggi? Quali sono per te oggi le richieste di cambiamento sociale? In che cosa vorresti che l’Europa si impegnasse?

Incontro nazionale e city walking tour

Bologna, gennaio-febbraio 2022 | Meeting online internazionale tra i giovani dall’Italia e da un altro dei paesi partner che hanno preso parte ai laboratori  dall’Italia circa 20 partecipanti con l’obiettivo di favorire un primo scambio di riflessioni rispetto ai temi trattati, sviluppando una bozza delle richieste di cambiamento dei giovani da
portare alle due successive conferenze transnazionali.

Due conferenze internazionali

Lubiana 11-13 marzo 2022 & Vienna, 21-24 aprile 2022 | Alle due conferenze parteciperanno dei gruppi di rappresentanti dei giovani che hanno preso parte alle attività nei quattro paesi partner (dall’Italia circa 20 partecipanti per ogni conferenza), per discutere del panorama storico-politico europeo analizzato, dei problemi attuali nei loro Paesi. Si approfondiranno così i temi comuni emersi e si raccoglieranno le richieste di cambiamento condivise a livello europeo all’interno del Central European Youth Manifesto.

Seminario di advocacy e Tavola rotonda al Parlamento Europeo

Bruxelles, 10-12 giugno 2022 | Durante il Seminario un gruppo di giovani rappresentanti (dall’Italia circa 7 partecipanti) verranno informati su strategie e strumenti di influenza delle politiche pubbliche, sia nazionali che europee. La tavola rotonda sarà la fase conclusiva del percorso: i giovani presenteranno il Central European Youth Manifesto” ai Parlamentari Europei. Le attività verranno adattate in conformità con le misure nazionali e internazionali relative all’emergenza COVID-19, con la possibilità di realizzarle anche in forma virtuale.

Per informazioni e adesioni >> Camilla Serlupi Crescenzi | educazione@weworld.it

Fonte della notizia e dell’immagine: weworld

Related Posts