Nasce CasaLab il co-working sociale alla Casa della Solidarietà

Sabato 16 marzo verrà presentato CasaLab, il nuovo spazio di co-working creato all’interno della Casa della Solidarietà di via del Fanciullo 6.

Sabato 23 marzo, alle ore 15.00, si appresta ad aprire ufficialmente le sue porte CasaLab, il nuovo spazio di coworking creato all’interno della Casa della Solidarietà di via del Fanciullo, 6 a Casalecchio di Reno.

Il progetto nasce dalla collaborazione tra l’amministrazione comunale, L’Emporio Solidale, il Centro per le Vittime e l’Associazione Amici della Casa della Solidarietà e ha visto il sostegno economico di Only the Brave Foundation e Fondazione Carisbo.

Gli spazi sono attrezzati per il co-working, sono presenti: connessioni a banda larga, postazione attrezzate con docking  station, doppio monitor di grandi dimensioni, stampante multifunzione, stampante 3D, uno schermo touch screen per  proiezioni da 75 pollici. Inoltre sono dotati di attrezzature per le riprese video, lo streaming online di ultima generazione  come ad esempio una telecamera professionale 4K con relativo cavalletto, un drone per riprese aeree, uno stabilizzare per
telecamere e macchine fotografiche, una microcamera stabilizzata, un mixer video per le dirette, un kit green screen e un  sistema completo Mac Studio per il montaggio video professionale. Oltre alle 4 postazioni dedicate al co-working sono presenti anche due postazioni per lo smart working attrezzate con  workstation e monitor di grandi dimensioni.

Non finisce qui… il progetto ha a disposizione un ulteriore budget da destinare all’acquisto di altre attrezzature e corsi di formazione che intende mettere a disposizione coinvolgendo tutte e tutti gli interessati ad usufruire degli spazi per decidere come utilizzarlo. Il progetto si rivolge in particolare alle giovani generazioni che vogliono sviluppare progetti, arricchire le proprie conoscenze ma non hanno la possibilità di farlo senza un investimento iniziale considerevole. Un’opportunità per sviluppare progetti, start-up, ecc. Senza dimenticare anche chi ha il problema di non poter lavorare in modo efficiente da casa in smart-working.

Partendo da CasaLab abbiamo intenzione di sviluppare: sinergie con le aziende del territorio per lo sviluppo di progetti  sinergici e di percorsi di formazione specifici; supporto ad azioni di fundraising e partecipazione a bandi pubblici e privati per l’avvio di nuove imprese e nuove progettualità.

Il fatto che il co-working sia inserito nella Casa della Solidarietà rappresenta un plus per il progetto dando la possibilità a chi frequenterà il luogo di sviluppare relazioni e sinergie con il mondo del terzo settore presente all’interno della Casa della  Solidarietà.

CasaLab si rivolge prioritariamente a tutti i cittadini e le cittadine dell’Unione Reno Lavino Samoggia, con un’attenzione particolare alle persone in carico all’Emporio Solidale il Sole e al Centro per le Vittime, in caso di disponibilità gli spazi  potranno essere messi a disposizione anche per chi proviene da fuori dall’Unione.

Per l’utilizzo degli spazi è prevista una piccola quota per contribuire alla manutenzione delle attrezzature e all’acquisto dei materiali di consumo.

E’ in pubblicazione il sito: www.coworking-casalab.it dove saranno presenti tutte le indicazioni per accedere agli spazi, il regolamento di utilizzo e le procedure per prenotare l’accesso a CasaLab e l’utilizzo delle attrezzature.  In linea con la filosofia del progetto a sviluppare il sito e le procedure di prenotazioni sono dei giovani neolaureati interessati a diventare frequentatori di CasaLab.

Fonte della notizia: Emporio Solidale IL SOLE dell’Unione dei Comuni Reno Lavino Samoggia

Related Posts