Neet-work, la nuova opportunità per giovani tra i 18 e i 29 anni

Un progetto per ragazze e ragazzi che non stanno lavorando né studiando e vogliono rimettersi in gioco

Entro il 28 febbraio i giovani tra i 18 e i 29 anni del territorio che stanno attraversando un periodo particolare del loro percorso di vita, fuori dal mondo scolastico e lavorativo e caratterizzato da una scarsa motivazione ad attivarsi, hanno l’opportunità di iscriversi al progetto Neet-Work, ideato dal Gruppo di lavoro NEET costituito nell’ambito del Patto metropolitano per il contrasto alle fragilità sociali.

Il progetto intende dare ai questi giovani adulti una chance  per rimettersi in gioco attraverso un percorso di esplorazione delle proprie capacità, di acquisizione di nuove competenze, di riattivazione delle motivazioni. Il progetto infatti si articola in un programma laboratori esperienziali a carattere orientativo sia in ambito artigianale sia ludico e sportivo, con l’accompagnamento di un ‘case manager’ di alcune cooperative sociali del territorio coinvolte nell’iniziativa. Inoltre i partecipanti ai laboratori avranno un giusto riconoscimento economico.

L’attività laboratoriale permetterà ai giovani di vivere esperienze positive, riaprirsi a un contesto di crescita ed empowerment, ritrovare la socialità, e insieme di lavorare su di sé.  L’alternanza di attività differenti favorirà la possibilità di sperimentarsi in contesti diversi, imparando a conoscersi meglio, riscoprire le proprie qualità, incrementare il senso di autoefficacia e sentirsi parte di un gruppo.

Neet-work intende produrre un cambiamento significativo nelle vite delle persone coinvolte e nella comunità.

Del Gruppo di lavoro NEET costituito nell’ambito del Patto metropolitano per il contrasto alle fragilità sociali fanno parte il Comune di Bologna, l’Istituzione Minguzzi della Città metropolitana, ACLI Bologna, Confcooperative Bologna, IRECOOP Emilia-Romagna, le cooperative sociali Dai Crocicchi, Fanin, IT2, La Carovana, SolcoTalenti, Officina Immaginata. Si avvale del contributo della Fondazione Carisbo e ha come ente capofila la cooperativa IT2.

Per informazioni e per partecipare al progetto:

contattre Informagiovani Multitasking del Comune di Bologna entro il 28 febbraio 2021
informagiovani@comune.bologna.it | 051.2194359
lunedì, mercoledì e venerdì dalle 10 alle 13
martedì e giovedì dalle 15 alle 17
Scarica la locandina>>

 

Fonte immagine e notizia (parzialmente rielaborata): http://www.flashgiovani.it/node/9885

 

Related Posts