Percorso di informazione ed empowerment rivolto alle associazioni di migranti: “Essere o non essere Ente di Terzo Settore”

Mercoledì 15, 22 e 29 settembre | Aula 1 | VOLABO

Il nostro territorio è ricco di associazioni nate e composte prevalentemente da persone immigrate che svolgono attività di vario tipo, preziose per costruire coesione sociale e comunità. Alcune hanno già scelto se diventare Ente di Terzo Settore ed iscriversi dunque al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore (RUNTS) che sarà attivato nei prossimi mesi, altre non hanno ancora valutato questa possibilità.

Per facilitare le associazioni a prendere una decisione consapevole e ponderata, VOLABO in collaborazione con il Centro Interculturale Zonarelli del Comune di Bologna propone ESSERE O NON ESSERE ENTE DI TERZO SETTORE, un ciclo di tre incontri rivolto alle associazioni di cittadini stranieri, gruppi informali di cittadini stranieri ed enti di rappresentanza del territorio di Bologna. L’iniziativa rientra nell’azione People together – Percorso di informazione ed empowerment del progetto CASPER II della Regione Emilia-Romagna, co-finanziato dall’Unione Europea con il Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e il Ministero dell’Interno nell’ambito del FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE 2014-2020 – Obiettivo Specifico 2/Obiettivo Nazionale 2 – Annualità 2018-2020.

Per informazioni:

Chiara Zanieri

formazione.corsi@volabo.it

051.340328

Nei diversi incontri in programma il 15, 22 e 29 settembre presso l’Aula 1 di VOLABO, al Villaggio del Fanciullo in via Scipione dal Ferro, 4 a Bologna (non più al Centro Interculturale Zonarelli di Bologna) e online su Zoom, i partecipanti saranno orientati su cosa significhi essere Ente di Terzo Settore, quali siano i vantaggi e gli svantaggi correlati, che cos’è il Registro Unico Nazionale del Terzo Settore, come funziona e come ci si iscrive, quali sono le possibilità e le modalità di collaborazione tra Pubblica Amministrazione e Terzo Settore.

Related Posts