Piano Freddo 2019-2020 nella Città di Bologna

Per tutta la stagione invernale si intensifica l'accoglienza dedicata alle persone senza fissa dimora, grazie al lavoro coordinato di associazioni, volontari, servizi pubblici e grazie alle segnalazioni di situazioni di disagio da parte dei cittadini

Fino al 31 marzo è attivo a Bologna il Piano Freddo 2019-2020.   Predisposto dal Comune e attuato da Asp Città di Bologna in collaborazione con associazioni e organizzazioni del territorio che mettono in rete le proprie risorse, il Piano intensifica e garantisce l’accoglienza notturna delle persone senza dimora nei mesi invernali, dalle 19 alle 9, in un luogo protetto.

Quest’anno sono disponibili 303 posti letto. Si parte con 290 posti ai quali si aggiungeranno altri 13 posti della Comunità di Sant’Egidio a partire dal 1° febbraio.

Le stesse strutture garantiscono accoglienza anche nelle ore diurne qualora scatti l’allerta della Protezione Civile per neve o freddo intenso.

Di giorno, durante il Piano Freddo, è garantito un riparo diurno nella fascia oraria 10-18 dal lunedì al venerdì e nella fascia oraria 12-17 il sabato, la domenica e giorni festivi. L’accoglienza diurna avverrà presso i Laboratori di comunità presenti sul territorio, su segnalazione delle strutture del Piano Freddo.

Il nuovo Piano Freddo presenta una novità rispetto al passato. Accanto alla “Casa del riparo notturno Massimo Zaccarelli” ci saranno 20 nuovi moduli abitativi da due posti l’uno realizzati grazie al finanziamento del Piano Operativo Nazionale Città Metropolitane (PON Metro). Queste soluzioni sono dedicate a chi vive in strada e difficilmente accetterebbe di essere accolto in strutture collettive, con l’obiettivo di incrementare la tutela della salute individuale e collettiva, nel rispetto della dignità della persona.

Gli operatori del servizio Città Prossima – Help Center fino al 14 gennaio 2020 non saranno in servizio presso la sede di via Albani perché lavoreranno in strada durante l’intera giornata per intercettare e dare una risposta più tempestiva ai bisogni delle persone senza fissa dimora. Dal 15 gennaio 2020 riaprirà lo sportello di Città Prossima – Help Center e, contemporaneamente, verrà mantenuta l’attività mobile. Gli operatori avranno a disposizione un’app utile a geolocalizzare le persone incontrate, i luoghi monitorati, e per rispondere in tempo reale alle segnalazioni.

Il Piano Freddo funziona bene  per l’impegno di tutti i soggetti coinvolti: Comune, associazioni e, soprattutto, un grandissimo numero di volontari. Giovani studenti universitari, volontari di varie comunità e associazioni religiose o laiche presenti sul territorio. Grazie a loro vengono serviti pasti caldi e, con i gruppi di volontariato che saranno in strada in raccordo con Comune e Asp, si intensifica
il monitoraggio della salute delle persone che non accettano l’accoglienza nelle strutture e rimangono in strada.

Come segnalare situazioni disagio e offrire coperte e piumoni

Tutti i cittadini possono segnalare situazioni di disagio in strada scrivendo a instrada@piazzagrande.it, casella email attiva 24 ore al giorno dalla quale tutti riceveranno riscontro sul caso segnalato. Gli operatori di “Città Prossima – Help Center” prendono in carico la segnalazione e, se il caso non è ancora conosciuto, si recano sul posto.
Infine, tutti coloro che desiderano donare coperte invernali, piumoni o sacchi a pelo, possono portarli al Centro servizi ASP Giacomo Lercaro in via Bertocchi 12, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 12.

Related Posts

X