Playful change, cambiare prospettiva per cambiare il mondo, attraverso il gioco

Zoè Teatri Aps, Players e Scuola di Fallimento hanno ideato un percorso ludico-esperenziale intergenerazionale per favorire cultura di genere e pari opportunità.

Il gioco è una cosa seria. Anzi, tremendamente seria.
Jean Paul, scrittore e pedagogista

Raggiungere le pari opportunità, contrastare le discriminazioni e la violenza di genere giocando. Ci credono fortemente le associazioni Zoè Teatri Aps, Res Play e la Scuola di Fallimento che, con il sostegno della Regione Emilia-Romagna, hanno co-progettato Playful Change – cambiare prospettiva per cambiare il mondo, un innovativo percorso ludico-esperienziale verso il superamento di stereotipi consolidati e un nuovo modo di approcciarsi alle relazioni e alla lettura del mondo.

Perché il gioco

Il gioco è un contesto protetto, piacevole e altamente coinvolgente dove ci si sperimenta, si mettono in campo abilità, concentrazione, fantasia, motivazione, elementi che aiutano a crescere, riflettere, apprendere e, a volte, cambiare punti di vista o strategia. Queste caratteristiche lo rendono uno strumento di apprendimento utile a ‘togliere le erbacce’ dal nostro giardino culturale e piantare nuovi semi.

Playful Change si propone di travolgere e coinvolgere le persone, lavorando insieme sugli errori sistematici e le convinzioni sulle differenze tra i sessi, ma anche sui meccanismi cognitivi di giustificazione. Le distorsioni cognitive fanno parte dell’essere umano e il primo passo verso il cambiamento è proprio scardinarle, liberandosi di trappole e zavorre mentali. L’obiettivo è quindi quello di prendere consapevolezza dei nostri atteggiamenti discriminatori involontari, trovando insieme una modalità differente di pensare e di comunicare.

Il percorso

Playful Change si snoda attraverso una variegata proposta di attività gratuite online e in presenza.

Playground:  un vero e proprio campo giochi per aiutare le persone a cambiare prospettiva e a prendere consapevolezza dei propri atteggiamenti discriminatori involontari. Si svolge i 4 tempi distribuiti in due incontri da tre ore.

  • 1° tempo:  giochi da tavolo su pregiudizi e luoghi comuni che portano il giocatore a cambiare atteggiamenti e abitudini del mondo reale.
  • 2° tempo: giochi da tavolo su stereotipo e bias, che permettono di capire cosa sono, quali sono gli errori più frequenti e come evitarli.
  • 3° tempo: improvvisazione teatrale per giocatori di ruolo, che aiuta nella simulazione di scenari possibili per esplorare i differenti punti di vista.
  • 4° tempo: giochi di facilitazione creativa, per comprendere l’intelligenza emotiva e allenare empatia e ascolto attivo.

Ai partecipanti, che devono iscriversi all’intero percorso, viene consegnato un quaderno di lavoro stampabile, con suggerimenti per approfondire i temi trattati, esercizi e giochi da fare da soli o in gruppo.

Teatro partecipato:  partendo dalla domanda Quali sono i momenti-chiave in cui il pregiudizio emerge in modo spontaneo, senza volere?, vengono messe in scena storie di ordinaria quotidianità in uno spazio di condivisione e di riconoscimento collettivo. L’evento interattivo vedrà l’alternanza di riflessioni condivise e momenti di teatro di improvvisazione.

Video pillole: una collezione di video che approfondiscono le euristiche corrotte, che non partono da dati di realtà, ma da credenze o pregiudizi (cioè da giudizi infondati) falsati, distorti o sovradimensionati e sono causa di risultati fallaci.

Appuntamenti in programma

Playground in 4 tempi da Zoè Teatri

Centro Civico Borgatti, via Marco Polo 51, Bologna
sabato 19 febbraio 2022, dalle 10:00 alle 19:00  > 1° e 2° tempo
sabato 19 marzo 2022, dalle 10:00 alle 19:00  > 3°e 4° tempo

Playground in 4 tempi al Fondo Comini

via Fioravanti 68, Bologna
sabato 12 marzo 2022, dalle 15:00 alle 18:00 > 1° e 2° tempo
domenica 13 marzo 2022, dalle 10:00 alle 13:00 > 3° e 4° tempo

Playground in 4 tempi (on-line)

martedì 15 marzo 2022 – dalle 17:30 alle 20:00 > 1° e 2° tempo
martedì 22 marzo 2022 dalle 17:30 alle 22:00 > 3° e 4° tempo

Playground in 4 tempi alla Noce

Giardino Primo Zecchi, Via Francesco Zanardi 397/26, Bologna
sabato 2 aprile 2022, dalle 15:00 alle 18:00 > 1° e 2° tempo
sabato 9 aprile 2022, dalle 15:00 alle 18:00 > 3° e 4° tempo

Teatro | “Storie di ordinaria quotidianità”, il teatro che porta in scena gli stereotipi di genere

Sala Teatro Centofiori, via Gorki 16,  Bologna
Venerdì 11 marzo alle ore 21

Per informazioni e prenotazioni:

331.1228889 | playfulchange@gmail.com

www.playfulchange.it

Related Posts