“Progettare il passato, solve et coagula”, una rievocazione storica nel parco fluviale dell’Idice

Sabato 8 e domenica 9 luglio, presso la Eden Park Zone di Idice, in Via Emilia 367/E, è in programma la rievocazione storica “Progettare il passato, solve et coagula, due giornate di immersione nel passato in un contesto connesso al parco fluviale del torrente Idice con musica, sport, momenti di aggregazione, promozione dei mercati locali, valorizzazione della cultura cibo, valorizzazione dei percorsi turistici, valorizzazione della rete sociale della comunità, nuove forme d’arte.

L’iniziativa nasce da un’idea dell’Associazione Cà di Brenno in collaborazione con l’Associazione Sportiva Dilettantistica Eden E.T.S – A.P.S. e l’Associazione Teuta Nertobacos, in accordo con il Comune di San Lazzaro di Savena, il Museo Luigi Donini e la Mediateca di San Lazzaro. “Progettare il passato, solve et coagula” è promossa da Associazione La Ca’ di Brenno A.P.S., Eden Ass. Sportiva Dilettantistica E.T.S. – A.P.S., Associazione A.E.R.R.S. (Associazione Emilia-Romagna Rievocazioni Storiche), Comune di San Lazzaro di Savena, Regione Emilia-Romagna, Città Metropolitana di Bologna.

Programma

Sabato 8 luglio 2023

Ore 14.30 | Apertura dei Campi Storici e del Mercatino Artigianale, gruppi: Compagnia del Montone, Compagnia di San Giacomo Maggiore.

Ore 15.30 | Laboratori didattici organizzati dai gruppi di Rievocatori con dimostrazioni d’arme e di vita civile. (I laboratori sono realizzati nell’ambito del progetto G.I.T.A. – Giovani, Inclusione Territoriale Attiva, realizzato attraverso il Bando per il finanziamento e il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da Organizzazioni di volontariato o Associazioni di promozione sociale | Delibera della Giunta regionale n° 2241 del 19/12/2022).

Ore 15 – 17  | Workshop arte circense a cura di EDEN A.S.D-E.T.S-A.P.S.

Ore 17 | Incontro pubblico sul tema Solve et Coagula, la trasformazione dei territori e delle infrastrutture tra medio-evo e rinascimento.

Interventi di:
Paola Foschi, nata a San Lazzaro , studiosa dell’insediamento, del paesaggio agrario e della viabilità medievale. Ha studiato anche edifici monumentali cittadini soggetti a restauro. Già funzionaria della Biblioteca Comunale dell’Archiginnasio nella Sezione Manoscritti e Rari, oggi è vicepresidente della Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna e segretaria dell’Istituto per la Storia della Chiesa di Bologna. Tra i numerosi lavori, ha pubblicato il testo S.Giacomo un ospitale per pellegrini presso il ponte dell’Idice, Nuova Alfa editoriale, 1990.
Daniele Vitali, oggi membro dell’Université de Bourgogne Maison de l’université (UMR 6298/CNRS ArTeHiS – Archéologie, Terre, Histoire, Sociétés), è stato fino al 1997 ricercatore presso il dipartimento di archeologia dell’Università di Bologna e successivamente professore associato di pre-protostoria tra il 1998 e il 2009, titolare della cattedra di archeologia ed antichità celtiche). Dal 1999 al 2009 ha insegnato presso la Scuola di Specializzazione in Archeologia e alla Scuola di Dottorato in Archeologia dell’Università di Bologna. Dal 1996 al 1997 è stato docente di presso la Chaire internationale del Collège de France, Parigi.
Gabriele Nenzioni, archeologo, ricercatore presidente onorario già direttore del Museo della Preistoria “Luigi Donini”.

Modera
Paolo Vivaldi, architetto, presidente associazione Cà di Brenno, progettista del centro servizi dell’area Archeologico-Naturalistica di Monte Bibele.

Ore 19 | Apertura dello stand gastronomico.

Ore 20 | Esibizione dell’arte della bandiera con i gruppi e i musici della Contrada di S. Giacomo di Ferrara.

Gli sbandieratori e musici della Contrada di San Giacomo del Palio di Ferrara rappresentano l’antica arte del gioco delle bandiere che trova le sue origini nel XII secolo, quando in tutta Europa, ma soprattutto in Italia, in seguito ad eventi particolari come la fine di una guerra, un battesimo, un matrimonio od un corteggio per accogliere ospiti importanti, nobili, dignitari o ambasciatori di altre corti, gli alfieri delle compagnie militari cittadine festeggiavano l’evento compiendo difficili volteggi con le bandiere, assumendo così un significato di pace e felicità. Il gioco delle bandiere è accompagnato dal suono dei tamburi e delle chiarine che ne sottolineano l’antica origine militare. I musici, insieme agli sbandieratori e al corteggio storico di armati, cavalieri e dame in costumi che si ispirano al XIV secolo, animano anche la sfilata che precede le esibizioni. Il corteggio storico è la scenografia delle esibizioni, che si svolgono al ritmo e con la musica dei musici. Gli esercizi possono essere compiuti da un singolo sbandieratore, da coppie di sbandieratori, o da intere squadre.

A chiudere la serata | Dj set.

Domenica 9 luglio

Ore 12.30 – 14.30 | Apertura dello stand gastronomico

Ore 14.30 | Apertura dei Campi Storici e del Mercatino Artigianale, Compagnia del Montone, Compagnia di San Giacomo Maggiore, Compagnia delle 13 Porte.

Ore 15.30 | Laboratori didattici organizzati dai gruppi di Rievocatori con dimostrazioni d’arme e di vita civile. (I laboratori sono realizzati nell’ambito del progetto G.I.T.A. – Giovani, Inclusione Territoriale Attiva, realizzato attraverso il Bando per il finanziamento e il sostegno di progetti di rilevanza locale promossi da Organizzazioni di volontariato o Associazioni di promozione sociale | Delibera della Giunta regionale n° 2241 del 19/12/2022).

Ore 17.30 | Duelli scudo e randello della Contrada di S. Giacomo di Ferrara.

La Compagnia d’Arme di Castel Tedaldo della Contrada di San Giacomo rievoca la guarnigione Estense posta in posizione strategica a difesa della città di Ferrara. Battagliole, sfide, duelli, bagordi e scontri con scudo e randello rappresentano l’addestramento militare all’arma bianca, precedente all’uso della polvere da sparo. Le esibizioni avvengono secondo i dettami delle istruzioni di Fiore de’ Liberi maestro di scherma e schermidore italiano, autore del celebre trattato noto come Flos Duellatorum, fondamentale trattato della Scuola di scherma italiana.

Ore 19 | Apertura dello stand gastronomico.

Ore 20.30 | Spettacolo di cabaret circense a cura di EDEN A.S.D-E.T.S-A.P.S.

Per informazioni

edenparkbologna@gmail.com | fuochi.taranis@gmail.com
Scarica la locandina dell’evento

Pagina Facebook | @progettareilpassato
Pagina Facebook | @www.ilcamminodellestelle.it
Pagina Facebook | @fuochiTaranis
Pagina Facebook | @lacasadibrenno

Related Posts