Pubblicati i 27 progetti dei cittadini per il Bilancio Partecipativo

Per la prima volta si sperimenta il voto on line.

Vuoi partecipare in maniera diretta alla riqualificazione di Bologna? Desideri interagire e intervenire sulle scelte dell’amministrazione comunale? Il Comune di Bologna ha dato questa opportunità ai suoi cittadini, tramite l’elaborazione di nuovi progetti per i quartieri e offrirà a tutti l’opportunità di votare i progetti ritenuti migliori. Dopo gli oltre 70 incontri dei Laboratori di Quartiere che hanno coinvolto quasi 1700 persone, sono stati elaborati 27 progetti di riqualificazione che riguardano sei quartieri della città: Borgo Panigale-Reno, Navile, San Donato-San Vitale, Savena, Santo Stefano, Porto-Saragozza.
I progetti più votati in ogni quartiere saranno realizzati, a partire dal 2018, grazie a circa 150mila euro per ogni quartiere della città, per un totale di circa 1 milione di euro, provenienti dai fondi europei del Piano Operativo Nazionale Città Metropolitane. I progetti sono già stati vagliati dai tecnici comunali che hanno partecipato alle fasi della co-progettazione e risultano pienamente realizzabili.
Le idee alla base dei progetti vanno dalla scoperta di luoghi della città poco conosciuti, alla riqualificazione di spazi e aree verdi, fino a idee di carattere sociale. Tra le idee ci sono il recupero delle teche etrusche in Cirenaica, un intervento di arte pubblica nel giardino Lunetta Gamberini, un parco inclusivo nel quartiere Borgo Panigale – Reno, attrezzature sportive e wi-fi per l’aggregazione al giardino Parker Lennon e un progetto di spazio senza barriere architettoniche per Piazza Pizzoli. Le principali proposte riguardano principalmente gli spazi verdi e a seguire i progetti per la manutenzione di edifici e aree pubbliche, piste ciclabili, arte pubblica e miglioramento dell’infrastruttura digitale.
Possono votare i cittadini residenti nel Comune di Bologna che abbiano compiuto il sedicesimo anno d’età e i cittadini non residenti ma che esercitino nel Comune la propria attività di lavoro, di studio o volontariato. Possono inoltre votare gli stranieri e gli apolidi residenti o che vi svolgano la propria attività di lavoro, studio o volontariato. Per incentivare la partecipazione dei giovani e diffondere la conoscenza del bilancio partecipativo, verranno coinvolti gli istituti scolastici. Si può votare fino al 27 novembre sul sito del Comune di Bologna.

Per conoscere tutti i 27 progetti >>

Related Posts

X