“Amalio”, la storia dell’emporio solidale di San Lazzaro dalle voci dei protagonisti

"Amalio. Dal dono di un castagneto nasce l'emporio per donare cibo a chi ne ha bisogno". A cura di Alma Camassa, Laura Carati e Cinzia Migani esce la nuova pubblicazione di VOLABO che attraverso le voci dei suoi protagonisti racconta l'esperienza dell'emporio solidale di San Lazzaro di Savena a testimonianza del benessere che il volontariato è capace di dare a una intera comunità

VOLABO e il Comune di San Lazzaro pubblicano Amalio. Dal dono di un castagneto nasce l’emporio per donare cibo a chi ne ha bisogno a cura di Alma Camassa e Laura Carati, due giovani che hanno scelto di svolgere servizio civile volontario presso l’emporio solidale, con la collaborazione di Roberta Gonni di VOLABO e la supervisione di Cinzia Migani, direttrice di VOLABO.

“Amalio è una dimostrazione di cura dell’amministrazione locale e delle reti di volontariato nei confronti dei cittadini che stanno affrontando circostanze difficili e di vulnerabilità” dichiara nell’introduzione il sindaco di San Lazzaro di Savena Isabella Conti  “Amalio è un luogo della comunità: dei cittadini, delle associazioni, del mondo dell’imprenditoria, del Terzo Settore che insieme alle Istituzioni vogliono sfidare la crisi, l’isolamento, la sfiducia grazie alla solidarietà”.

Inaugurato nel 2018 su volere dell’amministrazione locale e grazie alla generosità e alla mobilitazione delle tante risorse del territorio dai volontari alle imprese ai singoli cittadini donatori, l’emporio solidale è un punto di distribuzione al dettaglio completamente gratuito realizzato al fine di sostenere le persone in difficoltà attraverso l’aiuto alimentare e l’accompagnamento  relazionale per favorire il recupero della propria autonomia. Non solo spesa quindi ma anche punto di incontro, confronto, apprendimento e aggregazione. Guarda le video interviste dell’inaugurazione di Amalio Emporio solidale | Guarda lo spot promozionale di marzo 2020 sul ruolo di Amalio durante l’emergenza epidemiologica>>

Una scelta di dono quindi per rigenerare il benessere di una comunità raccontata dalle voci dei protagonisti che hanno voluto e realizzato Amalio a cominciare dai suoi volontari, il cuore di questa impresa.

Related Posts