Quando fare è positivo

Un convegno sulle esperienze di volontariato al tempo del Coronavirus nella comunità di Zola Predosa

Cominciate col fare ciò che è necessario, poi ciò che è possibile. E all’improvviso vi sorprenderete a fare l’impossibile.
San Francesco d’Assisi

Nell’ambito di Volontassociate, sabato 26 settembre  alle 15.30, presso la Sala Arengo del Municipio di Zola Predosa, l’Amministrazione cittadina ha organizzato l’incontro aperto al pubblico dal titolo Quando fare è positivo, esperienze di volontariato, nella comunità zolese, in tempo di emergenza sanitaria. L’iniziativa ha esplorato, raccontato e approfondito l’impegno volontario che associazioni, cittadine e cittadini del territorio hanno donato a favore della comunità per sostenerla e renderla coesa nel momento di maggiore difficoltà. Durante le fasi più critiche legate al Covid-19 il Comune ha infatti contato ben 58 nuovi volontari iscritti al registro e almeno 13 patti di collaborazione.

Alberto Pullini – Vice Presidente di ASVo ODV che gestisce VOLABO – accoglie con piacere questi dati e nel proprio intervento all’iniziativa afferma che:

Mai come durante il periodo più critico dell’emergenza sanitaria il mondo del volontariato ha saputo agire il proprio ruolo con competenza, passione, efficacia. Ha dimostrato di essere fondamentale, vitale per tenere strette le maglie della comunità, intervenendo laddove il tessuto rischiava di lacerarsi in maniera irreparabile. Senza far troppo rumore migliaia di persone, tra veterani e nuovi volontari, hanno sostenuto le amministrazioni pubbliche, la sanità, le cittadini e i cittadine portando beni di prima necessità, relazione, affetto, voci amiche, sorrisi virtuali o nascosti dalle mascherine. Quest’anima collettiva così bella credo sia uno degli aspetti da valorizzare nella risposta resiliente a questa pandemia.

La prima parte dei lavori ha visto gli interventi di Davide Dall’Omo – Sindaco di Zola Predosa; Daniela Occhiali – Assessora comunale a Cura, Diritti e Benessere delle persone; Ernesto Russo – Assessore comunale alla Partecipazione; Maurizio Natalini – Presidente della Consulta Cura, Diritti e Benessere delle persone; Fabia Franchi – Direttora Distretto Sanitario Reno, Lavino e Samoggia; Silvia Carboni – Psicologa Associazione EMDR Italia e Alberto Pullini – Vice Presidente di ASVO ODV VOLABO.

La seconda parte dei lavori ha dato voce ad alcune testimonianze di volontariato e al pubblico.

Per informazioni:

Leggi la locandina>> | Servizio Famico | 051.6161742/749 | famico@comune.zolapredosa.bo.it

Related Posts