Rete Loyola cerca volontari per il doposcuola Tortuga

“Tortuga” è un doposcuola nato nel 2013 da un gruppo di studenti universitari coinvolti nelle attività della “Rete Loyola”, associazione di volontariato con sede presso il Centro Poggeschi, in via Guerrazzi 14/E, 40125, Bologna. Fondato e gestito da giovani universitari, “Tortuga” propone un servizio di aiuto compiti completamente gratuito rivolto agli studenti iscritti alle scuole secondarie di primo grado dei principali Istituti Comprensivi del centro storico del quartiere S. Stefano.

Doposcuola “Tortuga” dispone di due aule che, al fine di garantire un aiuto concreto e ottimale agli utenti del progetto in oggetto, accolgono un numero di iscritti compreso tra i 12 e i 15, sebbene questo numero vari in relazione alla disponibilità dei volontari operativi. Infatti, “Tortuga” si propone e ha come obiettivo la cura delle singole relazioni che si intessono durante le ore di attività tra volontario e studente, prediligendo pertanto il rapporto 1:1 o massimo 1:3.

Il progetto “Doposcuola Tortuga” si articola su tre giorni (lunedì, mercoledì e venerdì) dalle ore 15.00 alle ore 17.00, dalla metà di ottobre alla fine di giugno. A “Tortuga” il tempo è prevalentemente riservato allo studio e allo svolgimento dei compiti assegnati a scuola, senza per questo togliere spazio al dialogo, al confronto, al gioco e alla possibilità di favorire la progressiva creazione di relazioni sia tra coetanei sia con i volontari attraverso lo svolgimento di attività di gruppo e di svago (workshop, uscite sul territorio, partecipazione ad eventi di varia natura).

Con l’obiettivo di un miglioramento costante, “Tortuga” propone ai volontari un percorso annuale di formazione e di supervisione cui i volontari durante l’anno scolastico sono tenuti a partecipare. Gli incontri del percorso di cui sopra vedono coinvolto con cadenza mensile un counselor professionista affiliato al Centro che fornisce elementi di analisi transazionale attraverso cui poter guardare ed affrontare le diverse tipologie di relazione, comunicazione ed interazione con l’altro, che di fatto vengono analizzate in un’ottica di miglioramento e supporto educativo durante gli incontri mensili di supervisione tenuti dal counselor stesso. “Tortuga”, infatti, crede e si fa promotore dell’idea che il dialogo e il confronto critico siano alla base della crescita della persona, valore che vuole trasmettere anche ai ragazzini affidatigli.

Infine, “Tortuga” non è solo uno spazio dove si impara a studiare e si migliora la situazione scolastica. Esso soprattutto, e forse in primo luogo, è una “casa sull’albero” nel cuore di Bologna. Luogo nato per questi ragazzini e fatto sulla misura dei loro bisogni e sogni, in cui è desiderio dei volontari e della coordinatrice che si possa crescere in libertà: di essere, di sbagliare, di agire secondo propria coscienza, consapevoli della responsabilità delle proprie azioni, valori che si auspica di trasmettere dalla relazione con i volontari stessi. “Tortuga” è un luogo fatto per chi lo vive, dove crescere scoprendosi liberamente e senza giudizio nella propria identità più profonda, senza paura di essere diversi, dove creare relazioni profonde e radicate nel tempo e nello spazio; in altre parole, terreno in cui crescere scoprendosi strada facendo.

Per informazioni:
tortuga.reteloyola@gmail.com
www.reteloyola.it

Related Posts

X