RIPARTòT con Il canto della balena

A metà maggio partono i laboratori della Par Tòt Parata di bambinə, adolescenti e loro accompagnatorə

Dal 15 maggio tornano a Bologna i laboratori par tòt, le attività di aggregazione dedicate all’infanzia e l’adolescenza che insieme andranno a comporre Il Canto della Balena – Par Tòt Parata di bambinə, adolescenti e loro accompagnatorə, il tradizionale evento organizzato da Associazione Oltre… e Il Giardino del Guasto in programma il prossimo 27 giugno nel parco di Villa Angeletti.

La realizzazione di questa edizione della Par Tòt è frutto dell’ampia partecipazione da parte di tutta la comunità bolognese: centinaia di sostenitorə hanno partecipato alle campagne di raccolta fondi, e molte altre realtà locali hanno supportato con le loro donazioni l’iniziativa, come EmilBanca, il Forno Brisa, la Libreria Trame, a Campi Aperti, Libreria Modo InfoShop.

La balena è l’animale guida di questa edizione complessa, simbolo della comunità che si immerge sotto il pelo dell’acqua per stringersi e proteggersi ma anche capace di riemergere con tutta la forza di cui è capace. Dalla costruzione di carri a trazione umana già in cantiere nella ciclofficina popolare di Camere d’Aria, base organizzativa della parata, alle letture da e per ragazzə a lume di candela tra le curve e gli spigoli del Giardino del Guasto, passando per grandi classici laboratoriali come la lavorazione dell’argilla e la auto-costruzione di costumi e accessori baleneschi, per finire con cacce al tesoro nel parco, piccoli concerti acustici e l’immancabile distanz-samba di Sambaradàn.

Ri-partòt significa ripartire insieme, perché partecipare a questi appuntamenti e all’evento finale per tantə bambinə e ragazzə rappresenterà un primo ritorno ad attività di socializzazione che hanno visto sgretolarsi sotto i colpi e le incertezze della pandemia. Per questo, tutte le attività sono state pensate e saranno gestite per fare sentire tutti i partecipanti a proprio agio nel rispetto di distanziamento e protezione ma anche della convivenza e della relazione, con la creazione di piccoli gruppi e prediligendo gli spazi aperti. I #labpartòt si terranno nei parchi e nei cortili ai quattro angoli della città, spesso anche animando parchi e giardini periferici e sotto valorizzati dal punto di vista della socialità, dal Parco Nicholas Green fino al Parco dell’Arboreto passando per il Giardino Parker-Lennon e tanti altri!

Ri-partòt significa anche un ritorno alle piazze e all’arte pubblica. Infatti, grazie alla collaborazione con Diego Maria Cappiello e Atez, studenti dell’Accademia di Belle Arti, Nicola Amato e Gioele Villani di CheckpointChalry, è in fase di studio una installazione artistica e interattiva, una grande pancia di balena che animerà la Piazza dell’Unità e che collegherà idealmente la città al grande parco urbano pre-annunciando la passeggiata-parata di fine giugno.

L’evento, radicato nel cuore di grandi e piccolə cittadinə di Bologna, è co-realizzato dalle SamBAlene di Sambaradàn, TotemLab, Ass. Le Ortiche, CheckPoint Charly, Sopra i ponti, La Virgola APS, Montagò, la Scuola nel Bosco di Pianoro, Green Whale Space, Cooperativa CSAPSA 2, ArteMigrante, Afrobeat e molte altre, con il supporto di altre realtà come il co-housing Porto 15, la Casa della Salute del Navile, il SEST del Quartiere San Donato – San Vitale, il Centro Anni Verdi di Scandellara e, infine, il supporto del Dipartimento Cultura del Comune di Bologna e del Quartiere Navile che accoglie la parata- passeggiata.

Il programma completo sarà a breve disponibile sul sito www.cameredaria.net

Per informazioni:

Account facebook e instagrambalenepartot2021@gmail.com

 

Related Posts