Service-Learning Virtuale per comunità reali: visita al Museo

L'evento di chiusura dell'edizione 2021 del SERVICE LEARNING AND COMMUNITY ENGAGEMENT LAB

Lunedì 7 giugno alle 16 aprirà le porte il museo virtuale che raccoglie gli esiti dell’edizione 2021 del Service-Learning & Community Engagement Lab, proposta formativa dell’Alma Mater per i campus di Cesena e Bologna che offre l’opportunità di frequentare un laboratorio di formazione alla responsabilità civica attraverso l’impegno attivo all’interno della comunità.

Sotto la guida della prof.ssa Cinzia Albanesi per il Campus di Bologna e della prof.ssa Irene Barbieri per il Campus di Cesena, a partire dalla fine di marzo fino alla fine di maggio 43 student* provenienti da diversi corsi di studio dell’Università di Bologna si sono messi in gioco al servizio di 16 progetti di utilità sociale proposti da 16 organizzazioni dei territori di Bologna, Forlì e Cesena, individuate grazie anche alla preziosa e ormai consolidata collaborazione con VOLABO.

L’idea di raccogliere i frutti del laboratorio in una mostra virtuale nasce dalla definizione ancora non ufficializzata, ma discussa dall’ICOM nel 2019, di museo:

Il museo è un’istituzione permanente, senza scopo di lucro, al servizio della società, e del suo sviluppo, aperta al pubblico, che effettua ricerche sulle testimonianze materiali ed immateriali dell’uomo e del suo ambiente, le acquisisce, le conserva, e le comunica e specificatamente le espone per scopi di studio, educazione e diletto.
ICOM Italia

La mostra virtuale permetterà così al pubblico di scoprire e conoscere i progetti realizzati, i loro protagonisti e il significato più profondo del Service Learning, come in una vera e propria esposizione d’arte. I visitatori potranno lasciare commenti, impressioni sulle esperienze e su quanto hanno visto.

L‘inaugurazione del Museo sarà l’occasione per raccontare come questi percorsi siano nati e si siano sviluppati durante il semestre; in particolare, sarà un’occasione per riflettere sul Service Learning Virtuale quale possibile strumento per lo sviluppo di comunità reali, ognuna con problemi, bisogni e risorse concrete.

Il Service Learning

“Il Service Learning – spiega la professoressa Cinzia Albanesi – comporta la creazione di spazi per l’apprendimento civico che sono co-costruiti da università e comunità. Questo implica da parte dell’Università il riconoscimento dell’esistenza e del valore di una conoscenza nella e della comunità.
Con il laboratorio basato sulla metodologia del Service Learning – prosegue la docente– l’Università riconosce l’importanza nella formazione dei suoi studenti dell’apprendimento di competenze civiche e dello sperimentarsi in forme di cittadinanza attiva da parte dei giovani. Gli studenti acquisiscono crediti formativi accademici che completano il loro percorso di studi. Al termine di questa esperienza sanno condurre un’analisi di contesto in uno scenario reale, hanno sperimentato il lavoro di gruppo e altre competenze trasversali, sanno riflettere criticamente sull’esperienza svolta e sulle competenze civiche e trasversali apprese. Gli studenti infatti non vanno soltanto a vedere, osservare, analizzare i diversi contesti per capire quali siano i bisogni e le opportunità, ma sono attivi, mettono in campo sia le loro competenze disciplinari sia le esperienze, i vissuti, le abilità trasversali che hanno maturato nel corso della vita.”

Programma

ore 16 | Apertura e saluti istituzionali
Elvira Cicognani – Direttrice Dipartimento di Psicologia Unibo e Cinzia Migani – Direttora VOLABO
ore 16.10 | Il Service Learning virtuale all’interno del corso di competenze trasversali
Cinzia Albanesi e Irene Barbieri, docenti del corso
ore 16.30 | I progetti di Service Learning e i partner
la parola alle organizzazioni
ore 16.45 | Istruzioni per la visita al museo virtuale
Arianna de Simone, Roberto Villani e Luca Lenzi, studenti del corso
ore 17.00 | Taglio del nastro e visita al museo

I protagonisti

Controvento Società Cooperativa. Tutor: Nadia Fellini. Student*: Francesco Debergolis, Enrico Greco, Alice Desiati, Wenyue Wang, Simiao Xu, Simone Guiducci, Giuseppe Pavone, Andrea Butteri
ADMO Forlì e Bologna. Tutor: Giulia Rossi e Raffaele Aloe. Student*: Giulia Porcheddu, Dino Fiacconi, Federico Zambrotta, Angelica Laurendi, Alessandra Rea.
Istituto Oncologico Romagnolo. Tutor: Franca Gentilini, Chiara Fregnani, Francesca Amaducci. Student*: Gabriel Amadori, Martina Palazzi.
WeWorld Onlus. Tutor: Ilaria Martini e Neva Cocchi. Student*: Maria Teresa Scaramuzzino, Anna Pugiotto.
Il Cassero Lgbti Center. Tutor: Giulia Galli. Student*: Laura Brandolini, Vittoria Simone.
Fondazione ANT Bologna. Tutor: Rossana Messana e Alessandra Bonazzi. Student*: Alice Scardovi, Valentina Giuseppetti
Associazione Senza il Banco. Tutor: Sonia Bisci. Student*: Nicola Tinazzi, Antonietta Piro.
Selenite Associazione di Volontariato. Tutor: Paola Bertoni e Andrea Ropa. Student*: Andrea Gabelli, Luigi D’Ascenzo.
Baumhaus Società Cooperativa Sociale. Tutor: Stefania Peca e Luca Padova. Student*: Riccardo DalPane, Jolanda D’Andrea, Franco Cianci.
Progetto FaRETE. Tutor: Alice Bassi. Student*: Lorenzo Lerario, Bianca Sirotti.
Il Ponte di Casa Santa Chiara Società Cooperativa Sociale. Tutor: Elia Usan, Eleonora Paone, Nicola Guasti. Student*: Achille Mascagni, Antonio Dabraio
Comune di Bologna (Area Educazione, Istruzione e Nuove Generazioni). Tutor: Fabiana Forni e Stefania Vellani. Student*: Eduardo Carmelo Ucchino, Federico D’Ambrosio.
Coordinamento Volontariato Lame ONLUS. Tutor: Catia Corradini, Francesca Chimetto, Rita Lodi. Student*: Giovanni Reverberi, Laura Fanchini.
InSalute APS. Tutor: Shirley Ehrlich Santi e Chiara Suzzi. Student*: Tea Zgjama, Alessio Mone.
FabLab Valsamoggia. Tutor: Federica Selleri, Stefano Caiazzo. Student*: Nicolò Malossi, Stefano Masetti.
Laboratorio di Psicologia di Comunità. Tutor: Cinzia Albanesi e Irene Barbieri. Student*: Arianna de Simone, Roberto Villani, Luca Lenzi.

Related Posts