Spazi del possibile. Gli esiti di Culturability

In libreria il volume sui nuovi centri culturali. Iniziativa che parte da Culturability

Spazi del possibile. I nuovi luoghi della cultura e le opportunità della rigenerazione è un volume che analizza il fenomeno a partire dall’esperienza di Culturability, il programma nazionale dedicato ai centri culturali riattivati promosso da Fondazione Unipolis.

La pubblicazione, curata da Roberta Franceschinelli e edita da Franco Angeli, racconta la diffusione negli ultimi dieci anni in tutta Italia di nuovi centri culturali multidisciplinari e ibridi in cui si sperimentano linguaggi e si indaga il contemporaneo fuori dai contesti tradizionali. Luoghi in cui convivono spazi per la produzione artistica, biblioteche di territorio, coworking, atelier di artigiani, sale per concerti o per il teatro, contesti di attivazione e riattivazione che recuperano siti abbandonati dismessi, parzialmente inutilizzati o rifunzionalizzati.

Una pubblicazione che si rivolge a professionisti del settore, a coloro che gestiscono spazi culturali o pianificano interventi sul territorio, a policy maker e amministratori locali, a chi è interessato alle nuove forme della cultura contemporanea e ai processi di innovazione sociale e urbana che rigenerano e non riqualificano perché insistono sui contenuti e non sul contenitore per dare nuova linfa non solo agli edifici, ma a intere collettività. Le risorse di cui dispongono non sono solamente gli immobili recuperati, ma le aspirazioni di chi li abita e se ne prende cura, abilitando un processo in cui spazi vuoti di significati vengono trasformati in luoghi densi di relazioni.

Il libro parte dagli esiti di due lavori di ricerca condotti sui partecipanti alle diverse edizioni del bando Culturability promosse da Unipolis e condotte da organizzazioni e ricercatori esterni per indagare le specificità dei centri, fornendo dati e informazioni interessanti e inediti. Queste indagini rappresentano la base su cui si innestano gli approfondimenti condotti da altri esperti nei campi dell’innovazione culturale, sociale e urbana, che affrontano i molteplici temi legati al fenomeno: il rapporto con il territorio e la pubblica amministrazione, le reti di collaborazione, i nuovi profili professionali o le questioni giuridiche e legali sono solo alcuni esempi. Gli autori dei saggi sono: Matteo Bartolomeo, Claudio Calvaresi, Francesco Campagnari, Nicola Capone, Linda Di Pietro, Alessandra Gariboldi, Giacomo Longo, Simona Martini, Ezio Micelli, Bertram Niessen, Elena Ostanel, Elisa Paluan, Flaviano Zandonai.

Spazi del possibile. I nuovi luoghi della cultura e le opportunità della rigenerazione, a cura di Roberta Franceschinelli, edito da Franco Angeli, 2021

Related Posts