Tutti per uno al Navile. Cittadini in campo per la cura dei beni comuni

Coinvolgere tutti i cittadini, anche quelli più fragili, nella cura del Bene Comune. E’ questo l’obiettivo del progetto di cittadinanza attiva Tutti per uno al Navile, promosso dall’Auser di Bologna in collaborazione con l’amministrazione comunale, il quartiere Navile e tante realtà associative operanti sul territorio. Sede operativa del progetto Piazza dell’Unità, nel cuore della Bolognina, dove tutti i martedì e giovedì i volontari Auser scenderanno in campo per prendersi cura della zona.

Tante le attività previste: dalla sperimentazione di nuove forme di servizi a favore degli anziani fragili; alla promozione di iniziative di socialità e cittadinanza attiva che coinvolgano anche i richiedenti asilo; ad azioni di cura e piccola manutenzione di alcune aree della zona. Grazie alla collaborazione dello psicologo Francesco Campione e della scrittrice Cira Santoro, in programma anche percorsi narrativi e autobiografici, mirati a raccogliere storie e testimonianze degli anziani del territorio; mentre il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Bologna supporterà il progetto attraverso percorsi formativi rivolti ai volontari delle associazioni coinvolte per sviluppare e promuovere le loro capacità di ascolto e di cura della comunità.

Il progetto necessita del più ampio coinvolgimento e impegno di tutti gli attori del territorio. Per questo Auser Bologna chiama a raccolta tutti i cittadini del quartiere (ma anche delle altre zone della città) perché prestino una piccola parte del proprio tempo per prendersi cura del bene comune e  dell’intera comunità.

Per diventare volontari basta chiamare l’Auser di Bologna al numero 051 6352911 oppure mandare un’e-mail a info@auserbologna.it.

Related Posts

X