Un laboratorio creativo di gioielli per tirare fuori ciò che di prezioso c’è in noi

Intrecci di mani, Gioiello sociale è il  laboratorio creativo artigianale di gioielli organizzato dall’Associazione di promozione sociale Camminando Insieme che partirà il prossimo 25 ottobre, dalle 16 alle 18 presso la sede del Coordinamento del Volontariato di Castel San Pietro Terme, in via Manzoni 16/a.

Camminando Insieme Aps, fondata nel 2011 da donne di origine italiana e straniera, è ormai una presenza consolidata sul territorio, costantemente impegnata in attività culturali e di sensibilizzazione nelle tematiche interrazziali. Il gruppo  di volontarie si pone l’obiettivo di contribuire al superamento di barriere culturali, linguistiche e sociali tra le cittadine e i cittadini di Castel San Pietro, per una convivenza inclusiva, ricca del contributo di tutti.

La nostra associazione – racconta Francesca Mirri di Camminando Insieme – cerca di dare alle donne, principalmente straniere ma non soltanto, un’opportunità di aggregazione e integrazione nel territorio di residenza, che è appunto la comunità di Castello.

Da qui e dalla percezione che una delle maggiori difficoltà per queste persone è costituita dall’inserimento lavorativo e la possibilità di trovare un’occupazione, l’Associazione ha ideato un laboratorio strutturato che, grazie alla guida della docente Giulia Scandolara – pittrice, Arteterapeuta e Owner del marchio di gioielli Pepite di sua proprietà – porterà le partecipanti a sviluppare un gioiello unico, accompagnato dal suo marchio, ben definito da uno stile, seguito dal packaging.

Abbiamo voluto unire il bisogno di integrazione e di socialità al bisogno di trovare un lavoro che abbia anche delle caratteristiche di professionalità – spiega Mirri. – E quindi abbiamo pensato a un laboratorio che unisca la possibilità di incontrarsi, di conoscersi, di chiacchierare, di fare rete a quella di apprendere un’arte e delle competenze spendibili anche in altri campi, come la bigiotteria e la pelletteria, presenti nel nostro territorio.

Gli incontri con la docente permetteranno di entrare in modo approfondito nel senso dello stile: come fare una collezione a partire da una forma, un tema o dal materiale, quanti
pezzi occorrono per creare una micro collezione. Si studierà l’importanza del packaging e si familiarizzerà con cosa significa incontrare delle difficoltà di composizione.
Ogni partecipante potrà scegliere il proprio materiale fra quello portato in laboratorio o potrà integrare ad esso materiale proprio, cercando di condividere anche il gusto derivante dalla propria appartenenza culturale e i colori, le forme e i materiali tipici del proprio paese di origine. Sarà l’occasione per comprendere i limiti e le possibilità di plastica, carta, cartone e tessuto. Si creerà inoltre una micro collezione. Verranno evidenziate le caratteristiche uniche di ogni partecipante, producendo inoltre tutto il materiale necessario per avviare una vera e propria attività artigianale (marketing, documentazione, campagne social…).

Il passo successivo al laboratorio – prosegue Mirri – sarà quello di trovare insieme alle partecipanti il modo più idoneo di declinare le competenze acquisite all’interno del curriculum vitae, anche grazie all’attestazione che fornirà la docente, che è una professionista.
Vorremmo far fare un salto di qualità ai curricula di queste persone che spesso sono penalizzate da stereotipi di varia natura nella ricerca di un lavoro.

 

Attraverso una promozione mirata dell’iniziativa, l’Associazione spera di riuscire a coinvolgere anche persone appena arrivate in Italia, dando loro una sorta di primo approdo, un modo per entrare nella comunità con un approccio tutt’altro che assistenzialistico, ma che, piuttosto, va ad esplorare le potenzialità e le risorse del singolo nell’ambito di un contesto relazionale piacevole, positivo. Non c’è nessuno che deve aiutare qualcun altro, ma abbiamo tutte bisogno delle altre, della condivisione delle nostre idee, le nostre qualità, il nostro modo di essere. Questa è un po’ la filosofia.

 

Per informazioni e iscrizioni:

Il corso è gratuito per le associate (tessera associativa 10 euro)
339.1125920
Pagina facebook e link all’evento: https://www.facebook.com/events/2309724229136186/

Related Posts

X