Un libro per fare chiarezza sulle false notizie in tema immigrazione

Immigrazione oltre i luoghi comuni. Venti bufale smontate un pezzo alla volta. Per cominciare a parlarne sul serio è il titolo del nuovo libro di Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris, edito da Osservatorio sui diritti umani.

Non si tratta di un libro politico, ma di una sorta di manuale con l’intento di informare correttamente i lettori, affinché possano costruirsi autonomamente una propria opinione basata su fatti e dati reali.
Gli autori desiderano parlare al cervello delle persone piuttosto che alla loro pancia, con onestà intellettuale. In un’epoca dove sembrano imperare notizie false che si diffondono a tempo di record e vengono costantemente utilizzate per formare l’opinione pubblica, si rende necessario recuperare le facoltà della ragione, per poter comprendere davvero i fenomeni più importanti che si sviluppano in questa fase storica.

Il libro si sviluppa in cinque capitoli, ognuno dei quali affronta quattro falsi miti legati al tema dell’immigrazione. Il primo capitolo – L’assedio – cerca di fare chiarezza e riportare sul piano della realtà,  con dati alla mano, tutto ciò che viene comunemente detto riguardo alla presunta invasione, il tasso di criminalità degli immigrati accolti, il presunto attacco alle tradizioni cristiane e il pericolo di malattie.
Nel secondo capitolo si parla invece di Ospitalità italiana, del sistema d’accoglienza e di quanto questo realmente “pesi” sullo Stato. Nel terzo capitolo – Accade nel Mediterraneo – si affrontano i temi delle ong, degli scafisti, dei soccorsi. Il quarto capitolo è dedicato  a I conti in tasca e smaschera le bufale di carattere economico come il presunto lavoro rubato agli Italiani, il costo dell’accoglienza e le reali possibilità o volontà di aiutare gli immigrati nei loro Paesi d’origine. Il quinto e ultimo capitolo – In punto di diritto – affronta la corretta lettura del fenomeno migratorio secondo la legislazione nazionale e internazionale.

Nel tentativo di proporre una buona analisi dei fatti, figlia di un approccio puro al giornalismo, l’opera di Bagnoli e Floris – potendolo fare – consegna al lettore un’indicazione approfondita delle fonti utilizzate e nel testo lascia emergere le contraddizioni interne alle diverse posizioni estreme che si scontrano sull’immigrazione.

 

Per informazioni: 
https://www.osservatoriodiritti.it/

Fonte immagine: dettaglio della copertina del libro, tratta da https://www.osservatoriodiritti.it/

Related Posts

X