ViviAmo Casa Gialla, la campagna di Ageop Ricerca per salvare un luogo speciale

Raccolta fondi per l'acquisto della struttura di accoglienza in cui l'Associazione ospita i piccoli pazienti oncologici e le loro famiglie durante i periodi di terapia

Ci sono pittori che dipingono il sole come una macchia gialla, ma ce ne sono altri che, grazie alla loro arte e intelligenza, trasformano una macchia gialla nel sole.
Pablo Picasso

Ci sono anche volontari, ricercatori, genitori, e lavoratori nella Sanità pubblica che, grazie all’amore per i piccoli pazienti e un approccio umano alla cura, hanno voluto e saputo trasformare un’abitazione bolognese in Casa Gialla, un raggio di sole per i piccoli pazienti oncologici che devono affrontare la terapia oncologica. Si tratta di una struttura di accoglienza integrata, l’ultima arrivata in Ageop, che offre assistenza e servizi continuativi ai bambini e le bambine in cura presso il reparto di Oncoematologia pediatrica presso il Policlinico S.Orsola e alle loro famiglie. È una casa ad alta specificitàspiega Ageop Ricerca – pensata in ogni dettaglio per rispondere alle esigenze dei bimbi ammalati di tumore, garantendo altissimi standard igienico-sanitari, ma in spazi accoglienti e a misura di bambino, in cui ognuno possa essere accompagnato e sentirsi a casa.

Le Case Ageop sono strutture che danno continuità alle cure ospedaliere e sono frutto della collaborazione tra Ageop Ricerca e il Servizio Sanitario pubblico. Ospitano i piccoli pazienti e i loro genitori che si rivolgono al reparto Lalla Seragnoli per ricevere cure di eccellenza che nei loro territori di provenienza non sono disponibili. Dopo la fase di ricovero, la Clinica si rivolge alle Case Ageop per la fase 2, quella delle cosiddette ‘dimissioni protette’, che garantiscono ai bambini di svolgere le terapie e gli esami in Day Hospital, trascorrendo così il resto della giornata a casa. Ageop  garantisce ospitalità gratuita insieme alle famiglie, trasporti quotidiani da e verso l’ospedale, spesa a domicilio, farmaci, giochi, supporto psicologico, laboratori creativo-terapeutici e la presenza di volontari qualificati. Questo significa migliorare la qualità di vita dei pazienti e dei loro cari, e significa anche offrire cure e speranza a un maggior numero di bambini grazie alla possibilità di ridurre i tempi di ricovero in ospedale.

Casa Gialla dal 2015 ha già ospitato 240 bambini e bambine pazienti di oncoematologia pediatrica. Sita a pochi passi dal Sant’Orsola, è dotata di 5 camere familiari con bagno privato e un bilocale separato per situazioni di particolare complessità. Ha una sala pranzo, un salotto biblioteca, un’area laboratori, una sala giochi multimediale ed una palestra, si affaccia su un grande giardino in cui, quando possibile, giocare all’aria aperta. È dedicata ai laboratori e alle attività condivise con cui i bambini possono mettere in comune risorse, esperienze e speranze.

Tuttavia Ageop rischia di perdere Casa Gialla e chiede il sostegno di tutti per acquistarla e destinarla per sempre ai piccoli pazienti oncologici. Al momento della ristrutturazione, nel 2015, è stato siglato un contratto di rent to buy, che dà all’associazione la possibilità di capitalizzare gli affitti pagati dalla quota di acquisto al momento del rogito, previsto per l’aprile 2021. Se Ageop non riuscisse a confermare il rogito, andrebbero persi 216.000 euro versati fino ad adesso e tutti i fondi investiti nella ristrutturazione e i bambini ammalati di tumore resterebbero senza una casa fondamentale per il loro percorso di cura.

Non possiamo perdere Casa Gialla e abbiamo bisogno di tutto l’aiuto possibile – afferma Carla Tiengo, presidente di Ageop Ricerca e volontaria Case accoglienza – Entro la primavera del 2021 dovremo raccogliere 1.000.000 di euro e renderla per sempre un luogo di Cura, Gioco e Vita dove i bambini ammalati di tumore e le loro famiglie possano trovare ascolto, supporto e condivisione ed essere accompagnati verso un futuro migliore.
E prosegue raccontando le piccole magie che accadono in Casa Gialla: un papà serbo compra i fiori, un papà marchigiano li pianta in una fioriera verticale costruita con dedizione da un volontario: è un piccolo capolavoro di solidarietà, reciprocità e inclusione. Non posso descrivere la gioia che si prova quando vediamo che un bambino che torna per i controlli e viene assurdamente volentieri a Casa Gialla perché la sente sua, ritrova gli amici, i volontari e le consuetudini che fanno davvero di questo luogo, casa. E’ anche per questo che, per il futuro, vorremo introdurre il Day Hospital domiciliare, ossia sviluppare una convezione con il Servizio Pubblico, perché il personale sanitario possa erogare le terapie direttamente all’interno delle nostre Case, così da accrescere ancora la qualità del tempo e quindi della Vita dei nostri piccoli pazienti. La malattia purtroppo fa parte della vita e proprio per questo la nostra missione è quella di rendere ogni momento, anche durante le terapie, il migliore possibile.

La campagna proseguirà fino alla primavera 2021, data prevista per il rogito. La prima occasione di incontro con il territorio sarà sabato 17 ottobre 2020, in cui Ageop realizzerà una grande opera collettiva sul Crescentone di Piazza Maggiore a Bologna. L’opera sarà realizzata con migliaia di disegni, che l’associazione sta raccogliendo da centri estivi, scuole, aziende e privati, che si comporranno in un puzzle di illustrazioni con la forma di una grande casa. Anche gli associati Ascom–Confcommercio Bologna stanno offrendo il loro supporto, promuovendo la Campagna e proponendosi come punti di raccolta per i disegni. Durante la manifestazione Ageop regalerà un disegno a tutti coloro che vorranno fare un’offerta di almeno 5 euro a sostegno della Campagna. L’associazione sta ricevendo il supporto di artisti e illustratori professionisti che metteranno all’asta per Casa Gialla le proprie opere.

I cittadini che volessero far pervenire ad Ageop il loro contributo con un disegno, possono inviarlo – entro il 5 ottobre – presso la sede dell’associazione, in via Massarenti 11 a Bologna.

 

Per informazioni:

www.ageop.org

Related Posts