Volontari al Various Voices 2023

L’associazione in breve

Aulos APS è un’associazione di promozione sociale con sede a Bologna, nata per organizzare e curare l’edizione italiana del Festival Internazionale di cori LGBTQ+ “Various Voices”, in collaborazione con Komos APS e Planning Events srl.

Various Voices è il più importante festival di cori LGBTQ+ d’Europa, l’edizione 2023 è organizzata dall’associazione di promozione sociale Aulos, in collaborazione con Komos APS e per conto di Legato Choirs (associazione europea di cori LGBTQ+). Si tratta di un evento non competitivo che si tiene ogni 4 anni in una diversa città europea, scelta dai cori che fanno parte di Legato. L’obiettivo principale del festival è diffondere – attraverso la musica – messaggi, richieste, bisogni e istanze della comunità LGBTQ+, per promuovere una società più accogliente e inclusiva.

Various Voices ha una storia lunga 35 anni, con 15 differenti edizioni ospitate in varie città europee: dal 1985 a Colonia (Germania) con 4 cori provenienti da 4 nazioni, fino al 2018 a Monaco (Germania) con più di 100 cori arrivati da 19 nazioni e 2700 delegati. Questa estate, dal 14 al 18 giugno, per la prima volta in Italia, si terrà a Bologna il festival corale LGBTQI+ più grande d’Europa, con più di 100 cori e più di 3.500 coristi provenienti da tutto il mondo che canteranno e coloreranno d’arcobaleno la città.

La proposta di volontariato

Si cercano volontari che possano sostenere l’evento in alcuni ruoli specifici:

  • Supporto del coro: questo ruolo si chiama “Choir Buddy” e la persona supporterà un coro specifico al fine di rendere il loro soggiorno a Bologna sicuro e divertente. Successivamente il Choir Buddy dovrebbe aiutare il coro ad essere puntuale alle loro esibizioni in teatro e/o in altri luoghi come pianificato. Per questo ruolo è gradita qualsiasi lingua diversa dall’inglese per supportare i cori nelle loro lingue: francese, spagnolo, tedesco, polacco, finlandese, ucraino, olandese, danese, portoghese, ceco, estone, islandese  (sono le lingue parlate da i delegati)
  • Supporto organizzativo/logistico: in questo ruolo i volontari supporteranno le esibizioni dei cori. Solo per citare alcune delle attività: cronometraggio degli spettacoli, gestione delle esigenze tecniche e degli allestimenti scenici, supporto all’allestimento delle location, ecc.
  • Supporto alle pubbliche relazioni: in questo ruolo, che può essere nominato Receptionist, i volontari si prenderanno cura del pubblico nei luoghi degli spettacoli, supporteranno il processo di check in dei cori e saranno disponibili per informazioni sulla città e sul programma, solo per dirne alcuni.
  • Supporto alla comunicazione: in questo ruolo cerchiamo persone nella gestione dei social network, nella scrittura di contenuti, nella produzione di foto e video, ecc…

Per tutti i ruoli sono necessarie disponibilità a lavorare in gruppo e in autonomia, conoscenza della lingua italiana e inglese, conoscenza della città di Bologna, affidabilità, flessibilità oraria, attitudine alle pubbliche relazioni, creatività.

Sono molto apprezzate competenze linguistiche in altre lingue, precedenti esperienze in campi simili, esperienza nell’attivismo per i diritti umani, attivismo LGBTQI +, volontariato nelle arti o nella cultura.

In generale tutti i volontari entreranno a far parte dei gruppi di lavoro esistenti e sosterranno le attività pianificate: è una fantastica opportunità per incontrare nuove persone e contribuire al successo di un grande evento.

Dove e quando

Dal 14 al 18 giugno nel centro di Bologna. Ci sono diverse fasce orarie al giorno tra cui scegliere. In prossimità del festival i volontari verranno organizzati in luoghi, attività, turni.

I luoghi del festival:

  • Piazza Maggiore
  • Teatro Auditorium Manzoni : sala concerti allestita nel 1933, con platea, due gallerie e tre piani di ballatoi (1236 posti)
  • Arena del Sole : ambientata nel 1810, la Sala Grande ha platea, due tribune e loggione (888 posti)
  • Teatro Duse : allestito nel 1822, la sala ha platea, due tribune e due tribune (999 posti)
  • Oratorio di San Filippo Neri : costruito nel 1733 come luogo di culto, dopo i danni causati durante la seconda guerra mondiale, questo luogo è stato restituito alla comunità cittadina nel 1999 (300 posti)

Ci sono diverse fasce orarie al giorno in modo che tutti possano sapere quando possono fare volontariato. In prossimità del festival i volontari verranno organizzati in luoghi, attività, turni.

Info e contatti

hr@various-voices.it

https://various-voices.it/contatti-e-info/#volunteers

Related Posts